Come scegliere la scarpa ideale quando si inizia a correre?

Se l’idea di iniziare a correre vi solletica, cominciate a orientarvi in merito alla scarpa da running per voi più adatta. Sapete quale scegliere?

Fra i dubbi che si hanno quando si inizia a correre c’è quello legato alla scarpa ideale da acquistare. In effetti non è una scelta che può essere fatta a caso e per correre bene vi servirà la scarpa giusta. Non fatevi guidare dalle mode o da che scarpe indossa un vostro amico. Ciò che è adatto per un runner, non è detto che lo sia anche per un altro. Ecco a cosa prestare attenzione:

Com’è il vostro appoggio?
Come prima cosa andate in un negozio specializzato e chiedete di fare l’analisi del vostro appoggio. A seconda di come appoggiate il piede (al centro, verso l’interno o verso l’esterno) rientrate in una di queste 3 categorie: normale, pronatore o supinatore. Questa informazione è fondamentale per poi fare la vostra scelta. Ogni marchio produce dei modelli di scarpe da running che rientrano in queste categorie.

Che tipo di corsa?
Correte su tapis roulant, in strada, in montagna, su pista, nelle corse campestri? Fate gare di resistenza o di velocità? Quanti chilometri percorrete? Ogni terreno e ogni tipo di corsa ha la sua scarpa. Quelle per la pista per esempio hanno i chiodi per far presa sul materiale con cui è rivestita la pista. In montagna vi serviranno scarpe con maggiore aderenza e utilizzabili anche in caso di maltempo. Su strada sarà importante l’ammortizzazione. Se correte campestri potreste trovare fango e quindi le scarpe devono poter affrontare questa evenienza.

Che tipo di runner siete?
Siete veloci o lenti? Pesanti o leggeri? Che postura avete mentre correte? Fate delle gare competitive oppure vi allenate senza competere? Anche queste informazioni hanno la loro importanza. La scarpa deve essere adatta alle vostre caratteristiche ed esigenze. Evitate dunque di acquistare il vostro primo paio di scarpe da running su internet o seguendo solo il vostro istinto, fatevi consigliare nei negozi specializzati in accessori per la corsa.

Cosa significano certi termini e sigle?
Appena vi troverete nel vasto mondo delle scarpe da running è possibile che sentirete alcune espressioni e alcune sigle comunemente usate per identificare le categorie di scarpe, vediamo di fare chiarezza sul loro significato. Le A0 o minimaliste sono le scarpe molto leggere (pesano all’incirca 150/300 grammi), la sensazione è quella di correre a piedi nudi dal momento che sono quelle con minimo supporto e ammortizzazione. Le A1 o superleggere, anch’esse leggerissime (sotto i 250 grammi), sono adatte a runner che pesano poco, generalmente molto rapidi e che si dedicano a gare o allenamenti brevi e di velocità. Le A2 o intermedie, pesano 240-295 grammi, sono indicate per corse con ritmo sostenuto e possono contare su un maggior supporto e ammortizzazione delle categorie precedenti. Le A3 o ammortizzate, superano i 300 g e sono pensate proprio per ammortizzare l’impatto tra piede e suolo durante la corsa. Le A4 o stabili sono scarpe ammortizzate per runner pesanti o pronatori. Le A5 o per trail running sono adatte alla corsa in montagna e quindi pensate per avere una maggiore aderenza su terreni irregolari e impermeabili. Le A8 o chiodate-specialistiche sono le scarpe per la corsa in pista o la corsa campestre, dal momento che fra le particolarità hanno quella di essere munite di chiodi per far presa sulla pista o l’eventuale fango nelle corse campestri.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Come scegliere la scarpa ideale quando si inizia a correre?