Alcol e sport: bere oppure no? Ecco come orientarsi

Praticate regolarmente dello sport e non sapete se dovete rinunciare all’alcol? La cosa migliore è bere con parsimonia altrimenti vanifichere i vostri sforzi.

Chi pratica sport è sempre molto attento alla propria salute e al proprio fisico per cui sa che se è vero che un calice di vino o una birra ogni tanto sono un piacere che ci si può concedere, ma sa anche che ci sono degli ottimi motivi per non eccedere nel consumo di alcol. Ecco quali.

L’alcol è calorico
Chi pratica sport per dimagrire è bene che sappia che 1 grammo di alcol contiene 7 calorie, per cui evitate di bere se state cercando di raggiungere il vostro peso forma e soprattutto state alla larga da patatine, olive e pizzette che spesso accompagnano l’alcol durante gli aperitivi, uno di quei momenti in cui è difficile dire di no all’alcol.

L’alcol disidrata
L’alcol non idrata, anzi disidrata dal momento che le bevande alcoliche inducono i reni a espellere acqua e con essa i sali minerali. Se non potete dire no all’alcol, almeno bevete dell’acqua subito dopo.

Ostacola il recupero
Una volta finito l’allenamento, l’alcol rallenta il recupero. Chi dunque pratica sport con l’obiettivo di migliorare costantemente le proprie performance sportive è bene che eviti di bere, in particolare subito dopo essersi allenato.

Peggiora lo stato di salute generale
Incidendo negativamente sulla qualità del riposo e del sonno, oltre a indebolire il sistema immunitario, stimolare il rilascio del cortisolo, non a caso detto ormone dello stress e blocca nel mentre il rilascio degli ormoni che incentivano la crescita muscolare, il recupero di energia, la riduzione del grasso corporeo.

Dunque l’alcol va eliminato? Non necessariamente, l’importante è non superare al giorno i 10 g per le donne e 20 g per gli uomini. Una buona alternativa è la birra alcolica, che non ha le controindicazioni di quella alcolica e permette di reintegrare i liquidi persi durante l’allenamento, oltre a contenere elettroliti.

Alcol e sport: bere oppure no? Ecco come orientarsi