Picnic sull’erba, ma non solo: ricette da gustare all’aperto

I piatti giusti e qualche dritta per trascorrere felici qualche ora in compagnia a contatto con la natura

Bel tempo, sole e qualche giornata di festa, ecco gli ingredienti per organizzare un picnic all’aperto: sull’erba in un parco o in campagna, in spiaggia con il rumore delle onde oppure in montagna all’ombra di conifere e abeti. Basta un cestino, una sacca termica e le ricette giuste per la buona riuscita di un pranzo all’aria aperta, circondati dalle bellezze della natura.

Fondamentale è scegliere un luogo accogliente, ameno e immerso nel verde, cucinare cibi golosi ma facili da trasportare e da consumare: frittate di maccheroni e di verdure, timballi di pasta o pasta fredda, insalate di riso, orzo, farro o quinoa, ottime anche fredde. Il picnic è un tripudio di bontà, meglio suddividere i compiti e decidere che ognuno porti qualcosa buono.

I sandwich sono l’ideale per una colazione sull’erba, ripieni di morbide polpette o di salmone, di cotolettine fredde o verdure grigliate, con cetrioli e burro salato oppure con uova, tonno e maionese, stuzzicanti peperoni fritti o arrostiti.

Ricette famose per i picnic sono: le polpette un must imperdibile, le coscette di pollo fritto dalla tradizione inglese, la parmigiana di melanzana e le frittate, oltre a tutti i cibi in mono porzioni, largo quindi ad arancini di riso e crocchette di patate o falafel per finire con gli infiniti dessert anch’essi monodose. Ricordatevi di avvolgere ogni porzione con carta trasparente o d’alluminio per conservare la freschezza e poi in tovaglioli di carta morbidi e colorati.

Se optate per delle sane insalatone è preferibile condirle sul posto, trasportando il condimento in barattolini infrangibili, e tagliare quiche e torte salate solo prima di servirle, per mantenere la fragranza. La macedonia va condita a casa con qualche goccia di limone per non farla annerire.

Ovunque decidiate di andare per rendere facile e riuscito il vostro picnic, non dimenticate: un apribottiglie, un piccolo tagliere e un coltello affilato; una tovaglia a quadretti da stendere sul prato e dei tovaglioli allegri e colorati, bicchieri e stoviglie di plastica; un anti zanzare e dei sacchetti per riporre gli avanzi in modo da lasciare pulito il luogo in cui avrete banchettato

Non dimenticate due sacche termiche, una per tenere tutto al fresco, l’altra per contenere gli alimenti caldi .E infine le ricetta che non possono mancare in un picnic che si rispetti: l’insalata di riso e le zucchine alla scapece.

Insalata di riso stuzzicante

Ingredienti: riso parboiled; pisellini freschi scottati al dente; prosciutto cotto; peperoni arrostiti; pomodori; funghi trifolati; olio; limone; salsa Worcester; senape; sale; pepe Preparazione: lessate il riso in abbondante acqua salata, scolatelo al dente e fatelo raffreddare. Una volta freddo, mettetelo in una bella insalatiera. Aggiungete quindi tutti gli ingredienti tagliati a dadini e condite con una vinagrette di olio e limone con un cucchiaino di senape, una spruzzata di salsa Worcester, sale e pepe.

Zucchine alla scapece

Ingredienti: 5 zucchine, aglio, foglioline di menta, sale, olio extravergine d’oliva e aceto q.b.
Preparazione: friggete le zucchine tagliate a rondelle sottili in una padella con olio evo. Togliete le zucchine appena saranno dorate, trasportarle subito – sgocciolate dall’olio in eccesso – in una ciotola e condirle con 2 spicchi d’aglio, un pizzico di sale, qualche cucchiaio di aceto di vino e una manciata di foglioline di menta. Far marinare il tutto per alcune ore e togliere gli spicchi d’aglio prima di servire. Servire da sole o su crostini di pane.

Picnic sull’erba, ma non solo: ricette da gustare all’aper...