Ricette brasiliane: un tour gastronomico tra faijoada e caipirinha

La cucina brasiliana è varia e fantasiosa proprio come i suoi abitanti, espressione del melting pot che si è creato tra le tradizioni degli indios, delle popolazioni di origine europea, africana e asiatica.
Questo mix di culture e origini diverse si riflette nei sapori e nei profumi della gastronomia brasiliana, ogni parte del Paese vanta le sue specialità in armonia con i paesaggi, le abitudini e le condizioni climatiche, esploriamo un po’ le diverse cucine:

  • Nord: risente dell’influenza e delle tradizioni indigene che vivevano nell’area prima dell’arrivo dei portoghesi. Un prodotto tipico è il tucupi, una salsa di colore giallo, estratta dalla radice di manioca e utilizzata per la preparazione di molti piatti, tra cui il pato no tucupi, a base di anatra.
  • Nord Est: in quest’area gli influssi africani sono particolarmente forti, e gli ingredienti più utilizzati sono la carne, il pesce, i fagioli, le noci di cocco e una grande abbondanza di frutta e verdure tropicali. È molto comune l’utilizzo dello zucchero di canna e del cacao. Tra le portate più comuni, il caruru, una pasta densa con gamberetti, gombo e noci tostate e il vatapá, un piatto preparato con gamberetti, aglio, cicoria, latte di cocco e olio di palma.
  • ‘Amazzonia: qui i piatti sono tipici della tradizione indios, a base di piranha o pesci d’acqua dolce, carne di tartaruga, coccodrillo e serpente, ma anche più comuni come il granchio e anatra, accompagnati dalla tapioca e dalle banane.
  • sud: qui protagonista è il famosissimo churrasco, con tagli di carne di alta qualità cotti allo spiedo. Uno dei più prelibati è il picanha, cotto rigorosamente al sangue, accompagnato da verdure al vapore o saltate in padella e riso bollito, patatine fritte o manioca fritta.
  • sud est: originario di quest’area il piatto brasiliano più famoso al mondo: la feijoada, carne affumicata di maiale macerata, salsiccia e salame, accompagnati da uno stufato di fagioli neri e cavolo. sistono anche portate a base di pesce e crostacei, e nell’area vengono prodotti anche formaggi di alta qualità.

Inoltre sia a Rio de Janeiro che a San Paolo, è possibile ormai assaporare una cucina di altissimo livello nei ristoranti di chef celebri come Alex Atala, Helena Rizzo e Roberto Okabe.
Per chi è in Brasile a vedere i Mondiali da vicino o per chi li segue davanti alla tv ecco alcuni piatti da provare: Coxinhas, a base di pasta di patate, pezzi di pollo lessato e tritati grossolanamente per poi essere fritti in olio bollente. Pao de Queijo: panini al formaggio particolarmente gustosi, e i Brigadeiros, praline al cioccolato e latte, per brindare una fresca caipirinha a base di cachaça, lime, zucchero bianco e ghiaccio. 

 

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Ricette brasiliane: un tour gastronomico tra faijoada e caipirinh...