Piatti che seducono: le ricette tratte dai film

Dai "maccheroni me te magno" con Alberto Sordi alle delizie tratte dal Pranzo di Babette

Il piatto più esotico, la spezia più prelibata, la cottura più azzeccata, nulla reggerà il confronto. Perché per stupire davvero il vostro partner a tavola una ricetta c’è. Abbinare ai suoi ingredienti preferiti un bel film. Già visto, già fatto, già provato? Forse, ma non fino in fondo. A suggerirci la scelta più azzeccata sono due volumetti redatti da Laura Delli Colli col titolo Il gusto (in 100 + 100 ricette) del cinema italiano e internazionale.

Duecento ricette ispirate ad altrettante pellicole che hanno fatto la storia. Dai maccheroni al pomodoro di Nando Moriconi in Un americano a Roma alla paella dei film di Almodovar, dalla torta al cioccolato e peperoncino di Chocolat alle quaglie “en sarcophage” e al brodo di tartaruga del Pranzo di Babette, dal fegato alla veneta di Pane e tulipani alle polpette speziate delle Fate ignoranti di Ozpetek. A proposito, per queste ultime ci vogliono cipolla, arancia e peperoncino, pollo, vitello, pangrattato, parmigiano e della polpa di mela. Mentre per ottenere il prodigioso pollo “Hogwarts” che mangiano i talentuosi studenti della scuola di magia di Harry Potter e la pietra filosofale ci vogliono 4 cosce di pollo, 50 grammi di burro, pangrattato, un ciuzzo di prezzemolo tritato e del sale.

Qualche ricetta…

I Muffins di Tara
Sbattere i tuorli con lo zucchero e il sale fino a farli diventare spumosi. Aggiungere al composto la farina, il lievito, il burro fuso e, lentamente, il latte fino a ottenere una crema senza grumi. Montare gli albumi a neve e poi, con delicatezza, aggiungerli al composto. Riempire le formine per circa due terzi. Mettere nel forno a 170° per circa 20/25 min. Lasciare raffreddare e guarnire con zucchero a velo. (da Via col vento)

Ravioli di ricotta e spinaci
Pulire e lessare gli spinaci. Con una forchetta lavorare la ricotta in una terrina insieme al burro, agli spinaci lessati e ben strizzati dall’acqua di cottura, aggiungendo un uovo, sale, pepe, parmigiano e una spolverata di noce moscata. Preparare l’impasto per la sfoglia (3 uova e un paio di cucchiai d’acqua con un pizzico di sale nella farina). Impastare, stendere la sfoglia e dividerla in quadrati con l’apposito attrezzo tagliapasta. Allineare i quadrati sul tavolo, mettere al centro una pallina di impasto e coprirla con altra pasta. Chiudere i ravioli e cuocerli pochissimi minuti in acqua salata. Servire con burro fuso e parmigiano. (da La Dolce Vita)

Piatti che seducono: le ricette tratte dai film