Le patatine fritte perfette si possono fare in soli 10 passaggi, come vuole la ricetta originale belga.

Patatine fritte perfette in soli 10 passi

Le patatine fritte perfette si possono fare in soli 10 passaggi, come vuole la ricetta originale belga.

Le patatine fritte quando sono servite di contorno sono sempre le prime ad essere mangiate. E allora perché non renderle protagoniste, servendole, on the road?

Il format viene dall’Olanda. Da tempo esistono banchetti o camioncini itineranti dove si friggono patate fresche di continuo e dove la gente fa la fila per mangiare.
Anche se i Francesi non hanno dubbi. La patatina fritta tagliata a bastoncino è stata inventata sul Pont Neuf all’indomani della rivoluzione del 1789 da ambulanti che la vendevano insieme alle caldarroste e ai tranci di patate rosolate.

In Belgio non la pensano così. Le patate fritte sono nate a Namur in occasione di una stagione particolarmente fredda alla metà del XVII secolo. Gli abitanti erano soliti pescare dei piccoli pesci nella Mosa che friggevano. E che sembravano dei piccoli bastoncini. La gelata del fiume di quell’anno non permise di pescare e quindi si inventarono il taglio a bastoncino delle patate su imitazione dei pesci fritti.

Una curiosità: in America sono chiamate french fries perché ne parlarono con entusiasmo i soldati che le avevano gustate in Francia durante la prima guerra mondiale.

Se volete mettervi alla prova, le patatine fritte perfette possono essere fatte in soli 10 passaggi.
Ecco la ricetta originale belga.

1. scegliere le patate migliori (in Belgio utilizzano la varietà Bintje)
2. lavarle e asciugarle bene
3. sbucciarle e tagliarle solo pochi minuti prima di friggerle
4. la tradizione vuole che siano di 2 centimetri di lato
5. non lavate mai le patate dopo averle sbucciate, per non portare via l’amido che le rende poi croccanti
6. per friggerle la ricetta belga vuole si usi il grasso bovino; per noi, per stare più leggeri, si può usare olio di arachidi
7. non aggiungere mai grasso fresco a quello già usato
8. friggere le patate in due fasi: prima cottura a 140 gradi per 5 minuti, poi 10 minuti di stop, e a seguire un’ultima cottura a 170 gradi per 2 minuti
9. scuotere bene il cestello tra le due fasi di cottura
10. deporre subito le patate su carta assorbente per eliminare l’eccesso di grasso.

Patatine fritte perfette in soli 10 passi