Come fare la pastiera napoletana, il dolce di Pasqua e della primavera

Un dolce antichissimo che ha molte varianti, passo passo la ricetta per una pastiera da leccarsi i baffi

La pastiera è un dolce antichissimo con un’infinità di varianti servito per festeggiare la Pasqua, viene preparato con pasta frolla ripiena di ricotta e grano bollito, uova, spezie, canditi e altre prelibatezze.

La sua origine risale ai culti pagani quando la torta veniva usata per celebrare l’arrivo della primavera, col tempo – divenuta simbolo di pace – è diventata il dolce tradizionale della Pasqua insieme ad altre dolcezze protagoniste delle festività pasquali.
Come  ogni dolce della tradizione che si rispetti anche la pastiera ha una serie di varianti, piccole e grandi modifiche che variano da famiglia a famiglia. La versione più classica prevede l’uso del grano con aromi alla cannella e ai fiori d’arancio. Ma per il ripieno ci sono versioni alternative al grano che può essere sostituito dal riso o dai tagliolini, così come la ricotta che in alcune ricette è unita alla crema pasticcera, in altre la sostituisce.
L’involucro esterno della pastiera tradizionalmente è di pasta frolla, in alcune ricette viene eliminata del tutto e il ripieno è cotto in recipienti di terracotta, ma questa è una ricetta lenta e antichissima. Per i cuochi più moderni con poco tempo a disposizione c’è anche la versione con il Bimby.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Come fare la pastiera napoletana, il dolce di Pasqua e della prim...