Pasta madre fatta in casa: come si prepara da zero?

Si sente sempre più spesso parlare di pasta madre, un ingrediente fondamentale per preparare il pane in casa. Vi piacerebbe imparare a farla?

Come preparare la pasta madreLa pasta madre sta avendo una vera e propria riscoperta anche perché dà vita a prodotti più digeribili, che si conservano a lungo, nutrizionalmente di maggior valore. Curiosi di sapere come si fa partendo da zero?

Con farina e acqua
Apparentemente fare la pasta madre è molto semplice, basta impastare farina e acqua e i microrganismi naturalmente presenti nell’ambiente innescano una fermentazione. Per 300 grammi di pasta acida vi serviranno 200 grammi di farina e 100 grammi di acqua. Lavorate i due ingredienti fino a quando otterrete un impasto non appiccicoso a cui darete la forma di una palla e metterete in un contenitore di vetro, coperto con un canovaccio umido, a riposare per circa 48 ore in modo che avvenga la lievitazione. Procedete poi a fare un rinfresco, aggiungendo alla pasta madre ottenuta,  farina (in quantità pari al peso della pasta) e acqua (in quantità pari a metà del peso della pasta). Ora è attiva e pronta per lievitare i vostri prodotti da forno.

Con farina integrale e miele
Microrganismi, batteri e lieviti si alimentano con gli zuccheri, ecco perché  può essere un’idea aggiungere del miele all’impasto e in più si può anche utilizzare farina integrale a quella bianca. Se faticate a regolarvi con pesi e grammi, provate mettendo in un vasetto di vetro (pulito e sterilizzato) acqua per due terzi del volume del contenitore, 2 cucchiai di farina integrale, un cucchiaino di miele. Mescolate, coprite il vasetto con una garza o un canovaccio in tessuto e lasciate riposare il composto per due giorni. Trascorso questo tempo, fate aggiungete un altro cucchiaio di farina, mescolate, richiudete e dopo 48 aggiungete un altro cucchiaio di farina. Fate così per 5 volte (considerate dunque che questa fase vi richiederà 10 giorni). Alla fine aggiungete altra farina (non necessariamente integrale) in modo da avere un panetto omogeneo, fatelo riposare avvolto in uno straccio pulito per un giorno, fate un rinfresco (come sempre con farina in pari peso della pasta e 50% di acqua) e la pasta è pronta. Indipendentemente da come la preparate fate attenzione alla conservazione.

Con farina, acqua e yogurt
Considerando che un elemento acido incentiva la fermentazione, si può anche prevedere dello yogurt fra gli ingredienti per preparare la pasta madre. Mescolate qualche cucchiaio di farina con 1 vasetto di acqua e 1 di yogurt in un barattolo di vetro, chiudete ermeticamente e conservate a temperatura ambiente per 48 ore. Due volte al giorno, eliminate 1/4 di pastella, aggiungete 2 cucchiai di farina, un po’ di acqua tiepida e amalgamate.  Ripetete l’operazione ogni 48 ore almeno 4 – 5 volte. Dopo di che fate il rinfresco prima di utilizzare la pasta madre.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Pasta madre fatta in casa: come si prepara da zero?