Pasta fredda, ricette d’estate

In insalata con gamberetti, formaggi o verdure, corta o lunga, di farro o grano duro: ricette veloci di pasta fredda

Caldo, estate e voglia di piatti freschi da preparare in anticipo, per goderli in compagni di amici, parenti o amanti senza arrivare trafelati e accaldati all’ora dell’happening. E tra tutte le possibilità che la cucina mediterranea offre, sicuramente la pasta è tra i cibi più eclettici da manipolare ed elaborare, adatta ai vegetariani, a chi è a dieta o ai più golosi, basta saper dosare e scegliere gli ingredienti giusti. Mai azzardare accostamenti insoliti senza aver provato prima, a meno che non siate dei cuochi provetti.
Dopo aver preparato con alcune ore di anticipo il condimento o la salsa per condire la pasta, le possibilità che vi si presentano  per cucinare qualsiasi ricetta di pasta fredda, sono sostanzialmente due:
1) cuocere la pasta e poi condirla alcune ore prima di servirla., farla quindi riposare
2) cuocerla all’ultimo minuto, e condirla mezz’ora prima di servirla, cioè ancora tiepida.
Noi preferiamo la seconda chance.

Fa eccezione la frittata di scammaro, tra le più antiche ricette di pasta fredda, di origine napoletana, ideata da Ippolito Cavalcanti duca di Buonvicino, autore del famosissimo Trattato di cucina che risale al 1837. Si prepara con gli spaghetti aglio e olio avanzati dal giorno prima, ma è ottima anche se li cuocete al momento basta scolarli molto al dente e farli poi raffreddare. Ecco la ricetta:

FRITTATA DI SCAMMARO

Ingredienti: spaghetti, aglio, olio, sale, prezzemolo, peperoncino; per le varianti: olive di Gaeta, capperi, basilico, acciughe, pinoli, uvetta

Preparazione: lessate gli spaghetti e fateli saltare in una padella con uno spicchio d’aglio e un po’ di peperoncino. Fateli raffreddare, aggiungete del prezzemolo fresco tritato e poi ripassateli in una piccola padella antiaderente. Ogni frittatina sarà così una porzione. Fateli dorare da ambo i lati, schiacciando leggermente per dare una forma rotonda, fino a quando gli spaghetti non saranno diventati bei croccanti. Sono ottimi freddi da servire impilati uno sull’altro, alcune varianti prevedono l’aggiunta di capperi e prezzemolo, oppure basilico e olive di Gaeta snocciolate, ultima variante acciughe, pinoli e uvetta. Ma la vostra fantasia ne potrà creare infinite.
Ecco un’altra ricetta di sicuro effetto e semplicissima da preparare:

CONCHIGLIONI CON SALSA DI POMODORO A CRUDO

Ingredienti: conchiglioni rigati, pomodori ramati da sugo, aceto di vino, 1 spicchio d’aglio o 2 cipollotti freschi, basilico, peperoncino, olio, sale, parmigiano reggiano, pecorino, pepe

Preparazione: i conchiglioni rigati sono perfetti per accogliere il sugo e quindi per questa ricetta. Tagliate i pomodori a pezzi, privateli dei semi e lasciateli sgocciolare un’ora, quindi frullateli –  oppure passateli con il passaverdure – e mescolate con aglio o cipolla tritati sottilissimi. Condite la salsa con olio extra vergine di oliva, sale pepe e alcune foglie di basilico e lasciatela riposare qualche ora in frigo. All’ultimo momento cuocete i conchiglioni, facendo attenzione a non romperli, e conditeli con la salsa, che avrete tolto dal frigo mezz’ora prima aggiungendoci qualche goccia di aceto balsamico, e mescolate bene.
Unite infine il parmigiano e il pecorino grattugiati al momento e fate amalgamare bene gli ingredienti, guarnite con abbondanti foglie di basilico.

Varianti: guarnire con foglie di alloro e una manciate di olive taggiasche snocciolate. Il sapore risulterà più intenso e stuzzicante.

Fonte: DiLei

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Pasta fredda, ricette d’estate