Migliaccio napoletano

Il migliaccio è un dolce campano tipico del periodo di Carnevale, gustoso e da non perdere

Il migliaccio è un dolce campano tipico del periodo di Carnevale. Un tempo nella preparazione veniva usato il miglio grezzo, da questo il nome “Migliaccio”, oggi invee si usa il semolino, proprio per questo c’è chi la chiama semplicemente torta di semolino. Il migliaccio è una delle tante delizie che si possono assaporare a Carnevale. La storia di questo dolce è antichissima e affonda le sue radici nel corso dei secoli.

In un passato remoto infatti le famiglie più povere di Napoli preparavano i loro piatti con degli ingredienti semplici e che costavano poco, fra queste c’era il miglio, usato per diversi piatti. La farina ottenuta da questo cereale veniva fatta cuocere nel latte e nel burro sino a ottenere un composto, a cui si univano anche altri ingredienti base come uova, zucchero e ricotta. Il migliaccio è molto semplice da preparare, ma unico al mondo. Proprio come la pastiera, un altro dolce napoletano, il suo sapore vi conquisterà e non potrete farne a meno di prepararlo durante le feste.

Ingredienti:

  • 250 grammi di ricotta
  • 250 grammi di semolino
  • 250 ml di latte
  • 4 uova
  • 300 grammi di zucchero
  • 750 ml di acqua
  • 50 grammi di burro
  • la scorza grattata di un limone
  • 2 cucchiai di vaniglia
  • 1 cucchiaio e mezzo di limoncello
  • zucchero a velo

Preparazione:

Portate ad ebollizione in una pentola capiente un litro e mezzo d’acqua con il burro, lo zucchero, la cannella, il sale e la scorza grattugiata di un limone.

Versateci a pioggia il semolino e, mescolando di tanto in tanto con un cucchiaio di legno, fate cuocere per circa un’ora fino a quando tutta l’ acqua sarà stata assorbita e l’impasto è omogeneo.

Setacciate la ricotta e lavoratela insieme alle uova, allo zucchero, alla scorza grattata del limone, all’essenza di vaniglia e al limoncello.

Unite il composto con il semolino alla ricotta, eventualmente frullatelo in modo che non si formino grumi.

Versate l’impasto in una teglia precedentemente imburrata. Infornate il migliaccio a 200° e fatelo cuocere fino a quando la sua superficie non risulterà bella dorata. Appena raffreddato, spolveratelo di zucchero a velo.

Fonte:

Migliaccio napoletano