5 granite che non avete mai mangiato

Se non avete mai provato una granita al pistacchio o ai fichi d'india, non sapete cosa vi siete persi

La granita è uno dei simboli dell’ estate.
Rimanda alla memoria immagini tipiche delle vacanze estive, come il carretto che passava sulle spiagge e chiamava tutti i bambini col fischietto.
Ma la granita è amata da tutti, anche gli adulti ne vanno matti, specialmente nei giorni afosi.

Si può preparare in tanti modi, il più classico è sicuramente il limone, ma possiamo anche sbizzarrirci.
Vi proponiamo una selezioni di granite davvero particolari.
Il made in Sicily la fa decisamente da padrone.

  • Granita di gelsi

Ingredienti
1/2l acqua
1 kg di gelsi neri ( non facile da trovare al di fuori della terra sicula)
1 limone
200 gr di zucchero
Preparazione
Lavare delicatamente i gelsi, asciugarli con attenzione e passarli nel passaverdure. Ricavarne il succo e la polpa. Spremere un limone, filtrarne il succo e unirlo alla polpa dei gelsi. Versare mezzo litro di acqua in una pentola capiente, unire lo zucchero e portare a bollore mantenendo la fiamma bassa. Fare raffreddare lo sciroppo ottenuto e unirlo alla polpa di gelsi. Versare in un contenitore largo e basso e riporre in freezer per un’ora. Tirare fuori dal freezer mescolare per non fare cristallizzare e riporre in freezer. Ripete questa operazione altre due volte.
Consiglio: per gustarla al meglio è si servirla con la panna montata

  • Granita al pistacchio

Ingredienti
50 g di pasta di pistacchi di Bronte oppure 70 g di pistacchi di Bronte al naturale tritati finissimi
200 g di  zucchero
500 ml di acqua
Preparazione
Mettete sul fuoco un un pentolino con l’acqua e lo zucchero, quando lo zucchero si sarà sciolto unite la pasta di pistacchi oppure i pistacchi tritati e amalgamate bene. Lasciate raffreddare e versate in un contenitore basso e largo. Una volta che si sarà congelato bene, tagliate a quadretti e tritate al mixer.
Consiglio: da servire con la granella di pistacchio.

  • Granita ai fichi d’India

Ingredienti
1 kg di fichi d’india già privati della buccia
½ litro d’acqua
gr 300 zucchero
1 limone.
Preparazione
Mettere l’acqua in una casseruola, aggiungere lo zucchero e mescolare bene. Mettere su fuoco moderato e portare ad ebollizione per qualche minuto. Togliere dal fuoco e fare raffreddare.
Sbucciare i fichi d’India, passarli al setaccio a trama fine e raccogliere il succo ottenuto; diluirvi il succo del limone. A questo punto versare il passato e lo sciroppo in una ciotola. Mettere in freezer, avendo cura di mescolare di tanto in tanto con una forchetta, in modo da non far formare cristallizzazioni.
Accorgimento: prima di sbucciare i fichi d’India vi consigliamo di lasciarli immersi per circa venti minuti in un recipente pieno d’acqua. Ciò permette di far cadere le spine e quindi poterle sbucciare più facilemte. Usare una forchetta per tenere il frutto e, con un coltello molto affilato, tagliare le  due estremità, quindi praticare un taglio nel senso verticale del frutto ed infine togliere la buccia.

  • Granita all’anguria e basilico

Ingredienti
400 g di cocomero pulito
50 grammi zucchero
qualche goccia di limone
qualche foglia di basilico
Preparazione
Togliere i semi dal cocomero, farlo a pezzi e frullarlo con lo zucchero e il limone e le foglie tagliuzzate di basilico.
Versarlo in una teglia con i bordi, in uno spessore di 3/4 mm e lasciare in congelatore circa 10 minuti al termine dei quali, con l’aiuto di una forchetta, raschiare per rompere i cristalli. Rimettere in freezer per altri 10 minuti  ripetere l’operazione fino a che non si otterrà la consistenza della granita.

  • Granita alle mandorle

Ingredienti
400 gr di pasta di mandorle
1 lt di acquaPreparazione
Sbriciolate il panetto di pasta di mandorle in una ciotola con l’acqua e mescolate attentamente con una frusta per fare in modo che si sciolga completamente. Se non trovate il panetto di pasta alle mandorle potete utilizzare il latte di mandorle già pronto.
Preparazione
Mettete la ciotola in freezer e lasciate riposare per circa 4 ore. Ricordatevi ogni 30 minuti di mescolare la granita con una frusta, in modo che resti cremosa e non si formino blocchi di ghiaccio. Se al momento di serivire la granita questa non dovesse essere abbastanza cremosa, passatela per pochi secondi con un minipimer o un frullatore: otterrete una granita davvero cremosa. Servite la granita con delle mandorle tagliate a lamelle.
Attenzione! Non bere bibite ghiacciate troppo velocemente se vuoi evitare di procurarti un doloroso mal di testa.
Vi consigliamo un paio di locali siciliani dove gustare una granita davvero speciale: il Caffè Sicilia a Noto, il Bar Alfredo a Salina, la gelateria Colicchia a Trapani o  il Ritrovo Ingrid a Stromboli.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

5 granite che non avete mai mangiato