Fideuà ai frutti di mare

Scaldate l’olio in una paellera (o in un wok) e fatevi saltare il peperone tagliato a listarelle. Aggiungete il calamaro tagliato ad anelli, i pomodori schiacciati e il sale. Fate insaporire, quindi unite le cozze e le vongole e, una volta aperte, la gramigna. Mescolate bene e aggiungete l’aglio e il prezzemolo tritati, e per ultimo lo zafferano. Mescolate nuovamente e versate il brodo a filo. A questo punto unite gli scampi e i gamberi e continuate la cottura fino a completo assorbimento del liquido. Potete servire la fideuà accompagnata da salsa aioli. Io in genere preparo la fideuà nel wok, con molluschi e frutti di mare congelati (anelli di calamaro, vongole, cozze, scampi e gamberi; ne tengo sempre una pratica scorta in freezer) e con il brodo di pesce granulare. In questo modo si prepara in poco tempo (una mezz’ora tra il primo intaglio nel peperone e la prima forchettata o cucchiaiata) ed è perciò un’ottima soluzione per chi arriva trafelato/a dal lavoro, ma non vuole rinunciare a invitare gli amici a cena.

Fonte:

Fideuà ai frutti di mare