Fave dei morti

Le fave dei morti sono dei dolcetti preparati con mandorle e farina, fragranti e deliziosi, da gustare in compagnia

Le fave dei morti sono dei dolcetti morbidi e fragranti preparati con le mandorle. Questa ricetta ha una storia antichissima e risale all’epoca dei romani, quando si credeva che le fave contenessero le anime dei morti. I dolci venivano quindi preparati a Roma in occasione delle feste in cui si celebravano i propri defunti. In passato era a maggio, ma con il tempo la preparazione di questi dolcetti si è spostata al 31 ottobre e 1-2 novembre.

Questi teneri biscotti con mandorle e farina vengono cucinate in moltissime regioni d’Italia, con tante varianti interessanti. C’è chi aggiunge anche i pinoli, chi gli dà un gusto aromatizzato con un goccio di grappa, buccia di limone oppure estratto di fiori d’arancio. In ogni caso il risultato è davvero appetitoso. Servite le fave dei morti con un buon liquore dolce o un bicchiere di amaro alla fine del pasto, oppure accompagnateli con un bel tè o un caffè gustandole in compagnia.

Ingredienti

  • 200 g di farina
  • 100 g di mandorle sbucciate
  • 100 g di zucchero
  • 50 g burro
  • 1 rosso d’uovo
  • estratto di vaniglia
  • buccia di 1/2 limone grattugiata
  • rosolio q.b.

Preparazione: 

Tritate grossolanamente le mandorle (devono risultare grandi come mezzo chicco di riso) e mescolatele con lo zucchero. Aggiungete poi tutti gli altri ingredienti aggiungendo abbastanza rosolio in modo che l’impasto risulti morbido.

Accendete il forno a 180 gradi e foderate una teglia con un foglio di carta oleata. Stendete la pasta su una superficie infarinata, formate dei cilindri grossi come una grossa nocciola e schiacciateli col palmo della mano in modo da ottenere delle piccole fave spesse circa 1 cm. Ne dovranno uscire circa 60-70 pezzi.

Spennellateci sopra il rosso d’uovo e fate cuocere per circa 10-15 minuti finché saranno diventate di un bel colore biondo facendo attenzione a che non brucino data la loro piccola misura. Sfornatele, staccatele con delicatezza e fatele raffreddare.

Fave dei morti ricetta

Fonte:

Fave dei morti