A tavola la Vigilia Natale: dal capitone all’aragosta, ricette col pesce

In alcune zone d’Italia la Vigilia è considerata importante del giorno di Natale, in altre invece viene ignorata. E’ comunque l’ultimo giorno dell’Avvento, quello in cui si aspetta la nascita di Gesù e nelle regioni del sud c’è lo scambio dei doni sotto l’albero. Subito prima o dopo l’ora in cui scatta il rito del cenone, con un tripudio di ricette semplici o elaborate, ma tutte obbligatoriamente a base di pesce.

Ecco un menù perfetto per festeggiare la Vigilia: dagli spaghetti alle vongole alla fritturina di pesce, dalla maionese alla tartare di ricciola e per chi vuole rispettare le tradizioni l’immancabile capitone, protagonista con gli struffoli della maratona grastronomica della Vigilia.

Noi vi diamo anche la ricetta dell’insalata di mare,  per dare il via al cenone in bellezza:

Ingredienti per 8 persone: 300 gr di polipetti, 300 gr calamari e seppioline, 300 g. gamberi e 300 gr scampi, cozze e  vongole veraci, olio extra vergine d’oliva, limoni, prezzemolo, aglio, sale, pepe o peperoncino

Preparazione: pulite i pesci, comprese le cozze e le vongole, che farete aprire poi in due padelle separate. In quella delle cozze aggiungete uno spicchio d’aglio, coprite e fate cuocere a fuoco vivo fino a quando si apriranno. Per le vongole aggiungete anche prezzemolo e un cucchiaio di olio oltre lo spicchio di aglio.  Sgusciate le cozze e le vongole, filtrate il liquido e tenetelo da parte con le vongole e le cozze immerse per non farle asciugare Lessate i polipetti, le seppie i calamari, partendo sempre da acqua fredda, a cui aggiungerete limone, sedano, grani di pepe e prezzemolo, e aspettate che l’acqua si raffeddi, pirma di toglierli dalla pentola. Tagliateli a pezzi piccoli. Lessate le code di gambero e gli scampi, e sgusciateli.
Preparate il condimento emulsionando olio, limone e un pizzico di sale, versate il condimento sul pesce e mescolate bene. Aggiungete un trito di prezzemolo e una spolverata di pepe.
    
Consigli: cuocere i pesci uno alla volta, rispettando i diversi tempi di cottura, e sceglier solo pesce molto fresco

A tavola la Vigilia Natale: dal capitone all’aragosta, ricette c...