Tradimento, le scuse più usate da lui

La prima reazione alle corna smascherate? Una bugia grande e grossa: «Non è come credi»

Farla franca è difficile. Si lasciano indizi, si mandano segnali involontariamente, si commettono leggerezze… Le corna portano sofferenza. Ma magari, a distanza di mesi, si è pure in grado di riderci sopra. Perché in quel momento gli uomini (ma noi le donne) sono capaci di dare il meglio, inventando su due piedi delle scuse incredibili. Nell’ultimo, disperato, tentativo di nascondere, mascherare, depistare, giustificarsi, indorare la pillola… Perché è intramontabile il motto: negare sempre. Vediamo insieme le scuse più diffuse.

«Non è come credi» è la più banale, ma anche la più utilizzata. E qualcuna se la beve pure: «Sì, li ho visti insieme in atteggiamenti affettuosi, ma è lei che si butta addosso a mio marito, lui per non essere scortese non la respinge, ma non c’è nulla tra loro».

«È solo sesso» anche questa non è per nulla originale. Ma funziona. Almeno con quelle disposte a tutto pur di non perdere il compagno, quelle che se la raccontano da sole con giustificazioni tipo «D’altra parte l’uomo è cacciatore» – «Gli passerà, la famiglia è più importante» – «Lui non la ama». La testimonianza delle nostre lettrici conferma. Chiara: «Mi sono sentita morire perché da lui non me lo sarei aspettato. Ho guardato su internet le sue telefonate e ho scoperto che le ha anche fatto dei regali, lui mi ha detto che era solo sesso e che non vuole perdermi, ma intanto non ha cambiato una virgola del suo comportamento, io sono troppo vigliacca per mandarlo via, ma sono delusa e ho perso la fiducia in lui ». Sandra: «Come moglie scieglie ogni giorno ancora me».

«Guarda, è successo una volta sola e ci siamo dati solo un bacio». Praticamente un’ammissione di colpa. In questi casi significa che la storia va avanti da un bel pezzo e sicuramente non si sono fermati ai bacetti. Nessuna illusione.

«Ma figurati! Hai capito male! Ma l’hai vista? È un cesso» detto anche davanti alla diretta interessata. Come se qualche difettuccio nell’aspetto fisico avesse mai fermato un uomo. Eppure a questa scusa le donne abboccano parecchio. La nostra lettrice Antonella: «Lui è un bugiardo con tanto di patentino e ha continuato a negare fino alla morte…Fino a quando ho trovato un giubbotto da donna in auto, lei ha chiamato per reclamarlo in mia presenza e lui aveva il viso pieno di brillantini.Conclusione? Lui mi ha detto che si sono visti pochissime volte e che tra di loro non c’è stato niente. La mia consolazione? Vedere che lei è un cesso e non capisco proprio lui cosa c’ha trovato in lei che io non ho…».

«L’ho fatto per te, ultimamente quando ho voglia di fare sesso mi rifiuti e non volevo assillarti». Insomma, il classico gira frittata. La colpa è tua che non gliel’hai data come o quando voleva.

«Con lei faccio cose che con te non posso fare, perché ti rispetto troppo». Sembra pure una carineria. Chi pronuncia questa scusa deve avere una gran faccia tosta.

La scusa più celebre: quella di Bill Clinton durante il sexgate con Monica Lewinsky: «Non abbiamo fatto sesso. Il rapporti orali nella Bibbia non sono considerati sesso».

Chiudiamo in bellezza con la scusa più originale in assoluto: «Scusa ma ero talmente ubriaco/era talmente buio che pensavo fossi tu»

Tradimento, le scuse più usate da lui