Per tutte le cose che non ti ho detto

Siamo stati amici e poi nemici, la malattia e la cura. Siamo stati una cosa sola e poi ci siamo trasformati in perfetti sconosciuti

Per tutto quello che sei stato, per me e per noi, non basterebbero i romanzi d’amore, le poesie o i trattati scientifici che provano a spiegare l’amore. Perché io e te siamo stati noi, in una forma così pura e autentica, così intensa da aver rischiato tutto, fino a farci male e perderci.

Perché insieme, siamo stati la somma di ogni presenza, come quei fari nella notte che illuminano la strade alle barche. Siamo stati come quegli amori che iniziano senza doversi parlare o spiegare. Siamo stati la pace e poi la guerra, siamo scesi in battaglia per poi riporre le armi e fare l’amore.

Siamo stati il silenzio e poi un’esplosione frastornante. Prima fuoco e poi pioggia incessante, e poi di nuovo il calore di un camino acceso che ha asciugato ogni lacrima versata; la malattia e poi la cura.

Siamo stati l’imbarazzo celato dietro ai primi sguardi, lo stesso nascosto malamente tra le parole di addio. Dialoghi fluidi che sono rimasti nel cuore e nella mente e promesse troppo leggere che sono state spazzate via dal vento.

Amici e poi nemici, siamo stati una cosa sola e poi siamo diventati due perfetti sconosciuti, due nomi qualsiasi sulla rubrica di uno smartphone di qualche amico in comune, gli stessi che ci dicevano che da soli forse, saremmo stati meglio.

Siamo stati le grida di gioia e i pianti di dolore, la voce di quei “ti amo” urlati e poi sussurrati, quella canzone d’amore che risuona ancora oggi in radio e nella testa, che si insinua tra i pensieri ogni volta che cerchiamo di non ricordarci più di noi.

Indistruttibili e così vulnerabili, abbattuti dal primo soffio di vento, neanche fosse stato uno tsunami. Siamo stati un grattacielo e poi una casetta di campagna, la vetta innevata di una montagna e il mare trasparente e cristallino. Io e te siamo stati tante cose che non lo so spiegare, non lo posso definire.

Siamo stati presenti e insistenti, e siamo riusciti a mancarci, fino a trasformare l’eternità in un attimo fugace di felicità che resterà lì, dove non andremo più a cercarci.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Per tutte le cose che non ti ho detto