Ogni persona ha un’aura e anche tu puoi imparare a vederla

Ogni persona ha intorno a sé un’aura unica: e ognuno di noi può vederla e imparare a leggerla

Sapevate che ogni persona ha un’aura intorno a sé? Se ci si concentra abbastanza è possibile vederla e capire di più su chi si ha davanti.

Abbiamo sentito spesso parlare di aura, soprattutto quando si tratta di spiritualismo. Secondo molte persone ognuno ne avrebbe una intorno a sé che descriverebbe non solo il carattere e l’indole, ma anche il benessere fisico ed emotivo del momento. Ogni individuo ha un’aura: è unica, proprio come un’impronta digitale. E varia a seconda del colore, della vivacità e delle sue dimensioni. Ma com’è fatto questo campo di energia? Si tratterebbe di un alone di luce che circonderebbe non solo le persone, ma qualsiasi materia. Vivente o meno. Si estende fino a tre piedi dal corpo ed è divisa in sette livelli, chiamati strati aurici.

Il primo strato aurico è l’eterico, e rappresenta la salute fisica. Poi c’è quello emotivo, che riguarda le emozioni e lo stato d’animo attuale. Il mentale, che riflette l’intelletto e la creatività. L’astrale, ossia l’opinione che si ha di sé stessi e le relazioni che si hanno con gli altri. Il quinto strato aurico è il modello eterico, che rappresenta la personalità e la creatività. C’è poi il celeste, ovvero la spiritualità. E il keterico: il viaggio dell’anima nel tempo che fa connettere con il divino ed essere un tutt’uno con l’universo.

Le aure possono essere di tutti i colori: a seconda della persona, questi saranno vivaci o luminosi – indice di benessere – oppure torbidi e opachi – mancanza di armonia. Il rosso è energia e passione, e può indicare anche la rabbia. L’arancione è la creatività, il giallo l’ottimismo, il blu la calma, il viola la sensibilità. L’aura rosa è molto rara e suggerisce che la persona in questione è amorevole e gentile. Il nero e il grigio indicano pensieri negativi, malattia o morte.

Adesso arriviamo al punto clou del nostro articolo: come leggere le aure? Non è ovviamente semplice, quindi il nostro consiglio è di partire con qualcuno che conoscete, oppure con una pianta. Bisogna entrare in sintonia con se stessi e con gli altri prestando attenzione alla loro energia. Nel caso vogliate provare prima con vegetale, puntate un dito su di esso e fissatelo per almeno 30 secondi. Lasciate sfocare il vostro sguardo e allora noterete l’aura.

Quando sarete pronti a passare a un soggetto umano, chiamate un amico con il quale siete in confidenza. Chiedete il suo permesso, il consenso è importante. Fate come avete fatto con la pianta e, mentre allenate lo sguardo, chiedete al vostro amico di spostarvi. Vedete gli stessi colori? State guardando l’aura.

Ogni persona ha un’aura e anche tu puoi imparare a vederla