Aiuto: la mia amica è (diventata) una stronza

Quando l'amicizia finisce e volano i coltelli. Dopo che si fa?

E’ capitato un po’ a tutte ma quando tocca a te fa male. Quasi più di quando finisce una storia d’amore. L’amica che ti tradisce e ti delude è un dolore grande. Anche perché, quando tutto va a quel paese, ti metti a rivangare.

E pensi a tutte quelle volte che sei uscita con lei solo per distrarla perché passava un momento difficile, che ha pianto sulla tua spalla, che sei corsa perché aveva bisogno, che l’hai consolata, l’hai fatta ridere, l’hai confortata, l’hai sgridata per il suo bene, l’hai ospitata a a casa tua, le hai prestato i vestiti, siete persino andate in vacanza insieme. E ora ti chiedi: ma come può comportarsi così? Come può voltarmi le spalle? Come può non essere importante tutto quello che c’è stato tra noi? Tutte le confidenze che ci siamo fatte?

Eppure capita. Motivo numero uno: l’invidia. Arriva un nuovo fidanzato, un nuovo lavoro, una promozione e questo cambia gli equilibri. Lei sotto sotto è gelosa, sente di non essere la priorità, si sente messa da parte oppure è solo risentita. E tanto le basta per lasciare che la zizzania si insidi tra voi. Beh, anche se subito non sembra e si sta male lo stesso, gente così è meglio perderla che trovarla.

Poi ci sono quelle che sparlano alle tue spalle (e sono le cose che, quando le scopri, ti feriscono di più), quelle che ti fregano il fidanzato e poi fanno pure le vittime («ma il nostro è vero amore!» dicono sbattendo gli occhi, come se questo le giustificasse), quelle che mettono in mezzo la politica, che criticano il tuo stile di vita, che per un’amica nuova voltano le spalle a quella storica.

E infine ci sono le peggiori, quelle che non sanno essere felici della tua felicità e quelle che nel momento in cui sei tu ad avere bisogno semplicemente si girano dall’altra parte. Si chiamano amiche girasole: tornano solo quando stai meglio e tutto torna allegro e leggero. Non vogliono che tu pianga sulla loro spalla, non vogliono proprio che la tristezza altrui le tocchi. E se un’amica si vede nel momento del bisogno, queste sono più serpi di chiunque altro. Bisogna temere di più certi amici che i nemici.

Aiuto: la mia amica è (diventata) una stronza