Viaggio alla scoperta del primo amore

L'esperienza del primo amore non si scorda mai. Possono passare anni, fidanzatini e fidanzati ma la prima volta che ci si innamora rimarrà per sempre nei nostri cuori.

Davide Schioppa

Davide Schioppa Life&Love coach

Ciao Davide, ieri mi è successa una cosa strana: ho incontrato Luca, il mio primo fidanzatino e il cuore ha iniziato a battermi forte. Dirai nulla di strano. In realtà è che sono passati 30 da allora e di fidanzatini e fidanzati ne ho avuti diversi e oggi sono felicemente sposata con Marco. Ciao Simona.

Voglio rispondere a Paola con la più classica delle frasi: il primo amore non si scora mai! Ed è proprio così. Oggi vi parlerò di un’esperienza personale: la mia prima fidanzatina e così capirete perché il primo amore è così importante nella nostra vita. Era il 1989, i Queen cantavano “I want it all”, voglio tutto-voglio tutto-voglio tutto-e lo voglio ora, Robin Williams interpretava John Keating ne “L’attimo fuggente” e l’Inter di Trapattoni era campione d’Italia. Era settembre, l’estate era finita da poco, quando vidi per la prima volta Alessandra. Capelli neri e liscissimi e pelle ambrata. Alessandra all’improvviso iniziò a piangere. Prima piano, poi più forte. Io la vidi piangere, ero seduto di fronte a lei che, in piedi, piangeva. Fu allora, mentre piangeva, che vidi i suoi occhi neri e grandi. Fu allora che m’innamorai. M’innamorai per la prima volta. M’innamorai di Alessandra, la bambina che piangeva. Era settembre del 1989, era il nostro primo giorno di scuola, eravamo in seconda elementare.

Rimasi innamorato di Alessandra per tutta la seconda elementare. Forse anche per tutta la terza. Senza neanche sapere cosa fosse l’amore, ero molto innamorato. Quando la vedevo mi batteva il cuore, forte. E mi sudavano anche le mani. Poi il pomeriggio quando tornavo a casa dicevo a mia sorella, che era già una teenager, che mi piaceva tanto Alessandra. E lei mi diceva che avevo preso una cotta. E io, che avevo soltanto sei anni, non sapevo neanche che cosa significasse “prendersi una cotta”. Ma ne avevo davvero presa una per Alessandra? Secondo me no. Io di Alessandra ero proprio innamorato. Perché senza avere la benché minima concezione di cosa fosse l’amore, avevo tutti i sintomi. Ero ignorante e innamorato.

Forse quella fu la prima volta che conobbi l’amore puro, perché io stesso lo ero. Non avevo ancora ascoltato canzoni strappalacrime che mi spiegassero quanto fosse difficile amare, non avevo ancora visto film in cui i protagonisti si amano e sanno di amarsi ma, per tutto il tempo del film, fino ad un attimo prima dei titoli di coda, fingono di non amarsi.  Non sapevo nulla dell’amore. Ed era bellissimo.

E oggi? cos’è l’amore per me oggi? Sicuramente è molto diverso, ed è giusto anche che sia così.

E per voi? cos’è per voi l’amore oggi?

Ho provato a raccontarvi brevemente la prima volta che mi sono innamorato. È stato bellissimo ricordare quei momenti, mentre ricordavo, ad occhi chiusi, ho vissuto delle emozioni intensissime. Tornare a vivere quelle sensazioni da bambino mi ha portato ad avere un sorriso enorme stampato sulla bocca e un grande stato di benessere. Devo ammettere che ricordare me e Alessandra a sei anni, mi ha messo davvero di buon umore. E mi ha anche fatto pensare in maniera seria, da adulto, all’amore.  Involontariamente, ricordando questo momento del mio passato ho fatto un esercizio che mi ha permesso di riflettere sull’amore, sulle sensazioni e gli stati d’animo che ne scaturiscono. Questo esercizio lo potremmo chiamare “first-love” e, probabilmente, può essere utile per delle riflessioni sull’amore che stiamo vivendo adesso. Che ne dite di provare anche voi a fare questo esercizio? Siete pronti a rivivere emozioni così forti e così pure? allora chiudete gli occhi e lasciatevi andare.

Davide Schioppa Life&Love coach Coach Professionista, ha studiato e si è diplomato in Coaching Umanistico presso scuole riconosciute ed approvate da AICP (Associazione Italiana Coach Professionisti) e da ICF (International Coach Federation). Specializzato in Life Coaching, la sua missione è allenare le persone affiancandole nei più importanti momenti di cambiamento della vita. Quella privata e quella professionale.

Viaggio alla scoperta del primo amore