Gli uomini hanno bisogno (anche) di fare l’amore

Le differenze di genere passano anche per l'intimità. Ecco cosa succede nel cervello maschile con il sesso e con l'amore

Quando pensiamo ai momenti di intimità, inevitabilmente finiamo a fare dei paragoni su come il sesso viene vissuto in maniera differente da uomini e donne. Nell’immaginario collettivo, infatti, si è soliti pensare che per gli uomini, la ricerca di intimità sia un chiodo fisso, per dirla senza mezzi termini.

E questo luogo comune non è neanche troppo sbagliato. Se la scienza non è un’opinione, infatti, dobbiamo affidarci a essa per trovare la conferma. Ma non è propriamente colpa degli uomini, del resto non sono loro ad aver scelto di nascere con gli MCM.

Secondo le statistiche, infatti, i maschietti pensano al sesso almeno ogni ora, a differenza della controparte femminile che ridurrebbe il pensiero all’attività sessuale a pochi momenti durante il giorno. Ma come anticipato, la colpa è degli MCM, i Mystery Cells of the Male: le misteriose cellule dei maschi, così chiamate dalla rivista scientifica Nature, che fanno sì che gli uomini vivano il sesso come una priorità.

Non come l’unica però, o almeno così speriamo. In tutto questo, infatti, non dobbiamo dimenticarci che anche gli uomini, esattamente come le donne, hanno bisogno di fare l’amore. Nonostante ci siano differenze sostanziali tra il desiderio affettivo e sessuale, tra uomini e donne, sarebbe riduttivo immaginare l’uomo come mero esecutore dei suoi bisogni sessuali. Anche se è innegabile che a differenza della controparte femminile, secondo la scienza (Hill 2002), non hanno bisogno di un investimento affettivo per legarsi sessualmente a qualcuna. Eppure quando questo avviene, le cose nel cervello degli uomini iniziano a cambiare.

Marco Salerno, psicologo e psicoterapeuta, ha spiegato che dopo il rapporto sessuale il cervello dell’uomo riproduce sostanze chimiche che creano uno stato di euforia e producono rapidamente il neurotrasmettitore della dopamina, conosciuto come l’ormone che dona piacere e gratificazione. Ma lo stesso meccanismo avviene anche durante la fase dell’innamoramento e non solo, la trasmissione di dopamina favorisce anche il mantenimento dei rapporti di coppia monogami.

E quando l’uomo si innamora? Sembra entri in campo la zona del cervello maschile chiama Nucleo Caudato o CN alla quale spetta il compito di memorizzare l’aspetto e l’identità della donna che lo ha fatto capitolare. È in questo momento che gli uomini concentrano i sentimenti e il desiderio solo sulla donna prescelta, aumentando naturalmente la voglia di condividere pensieri, esperienze e persino la vita con lei.

E con il tempo cambia qualcosa? A quante pare sì. Secondo una ricerca condotta da Dietrich Klusmann, nelle relazioni di lunga durata l’attività e il piacere sessuale tendono a diminuire anche se il desiderio sessuale cala solo nella controparte femminile.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Gli uomini hanno bisogno (anche) di fare l’amore