Traditori seriali: come riconoscere e gestire gli infedeli

Traditori seriali: alla scoperta di alcune informazioni utili per captare e indentificare sin da subito quali sono le persone sleali e inaffidabili

I traditori seriali si possono identificare attraverso un profilo psicologico ben preciso. Con un po’ di attenzione e astuzia, è possibile comprendere rapidamente una tipologia di individui molto dannosi all’interno di una relazione o un matrimonio, ovvero le persone infedeli. Tradire la persona amata comporta molto spesso la fine di un rapporto, con conseguenti sofferenze che affliggono il partner che ha subito questa grave mancanza di rispetto. Si tratta di una delle più grandi paure all’interno di un rapporto amoroso.

Per altri invece, il tradimento è sinonimo di diversivo ed è indispensabile per contrastare la monotonia. E’ fondamentale precisare che alla base di quest’azione vi sono delle ragioni che variano a seconda delle situazioni. Nella maggior parte dei casi il profilo psicologico della persona infedele manifesta le prime tendenze già durante l’infanzia, ossia quando il piccolo vede la presenza del padre come un ostacolo all’interno del rapporto con la madre. Il primo modello di fedeltà si sviluppa proprio dal rapporto tra madre e figlio. Per questo è facile riconoscere un traditore in età adulta.

La mamma ha il compito di soddisfare tutte le esigenze del suo bambino e dunque si prende cura di lui per tutta la vita. E’ risaputo che i bambini, soprattutto durante i primi anni della loro vita, amano essere al centro dell’attenzione di mamma e papà. I primi episodi di separazione, provocano nel bambino due reazioni psicologiche differenti che si riversano sullo sviluppo della sua personalità. La prima non comporta nessun tipo di sofferenza e il piccolo svilupperà un carattere sicuro, mentre la seconda, al contrario, darà vita al profilo psicologico di un bambino problematico e insicuro che non riesce a staccarsi dalla madre. Sulla base di ciò si formano le origini dell’infedeltà.

I traditori seriali provano dunque una sorta di piacere nel ferire le loro vittime, poiché per loro questi atteggiamenti ingannevoli aiutano a compensare il senso di gratificazione. Pertanto la persona infedele è sempre alla ricerca di una relazione o di un innamoramento spinto dal bisogno inconscio di vendetta, al fine di farsi giustizia da solo per il tradimento subito durante l’infanzia. Inoltre, nella maggior parte dei casi, dietro al traditore seriale si nasconde una personalità fortemente egocentrica e narcisista, la quale può provocare numerose difficoltà all’interno della coppia, fino ad arrivare alla separazione o divorzio.

Traditori seriali: come riconoscere e gestire gli infedeli