Tradimenti estivi: perché accadono e come rimediare

I tradimenti estivi potrebbero capitare a tutti. Le cause sono spesso da ricercarsi nell'attività ormonale della persona. Ecco come rimediare al problema

I tradimenti estivi si verificano per una serie di fattori. Il primo tra di essi, anche il più importante, risiede nella psiche umana. Difatti, ogni persona sente il bisogno di legarsi emozionalmente a qualcuno, anche se lo si è conosciuti da poco, magari in riva al mare. Spesso si tratta solo di una scappatella, di realizzare una fantasia veloce, e non di un tradimento vero e proprio, fatto con il cuore. Eppure questo come giustificazione non basta: se si è fidanzati, anche scambiarsi un bacio con un’altra persona è sinonimo d’infedeltà. E una volta che l’atto è stato commesso? Come riuscire a rimediare all’errore, accorgendosi di averlo fatto?

Stando a quanto affermano molti psicologi, una volta che si è commesso un errore si sente il bisogno di rimediare. La cosa potrebbe anche essere inconscia, e almeno razionalmente una persona non sentirebbe alcun bisogno di chiedere scusa, di confessarsi oppure di andare dal partner a parlargliene. Tuttavia, i meccanismi del subconscio umano funzionano molto diversamente. Una volta tornate dalle vacanze in cui si è commesso uno dei tradimenti estivi, si cercherà di essere più vicini all’altro partner. Si cercherà di fargli sentire la propria vicinanza e il proprio amore.

Sono tutti meccanismi psicologici che si sviluppano per non creare distanza, e quindi per non creare un distacco amoroso che potrebbe sfociare in una definitiva rottura. In ogni caso, si consiglia sempre di non tenere la cosa al nascosto per troppo tempo. Il primo motivo è che il partner della scappatella estive potrebbe farsi sentire e venir notato dal proprio fidanzato, che quindi si farebbe delle domande. Ciò che ne seguirebbe sarebbe senz’altro una rottura senza speranza di ritornare insieme. D’altro canto, più tardi la cosa “ricompare” e peggio sarà. Questo tipo di problemi va affrontato subito e con l’anima completamente aperta.

Se si riuscirà a gestire tutta la situazione senza sfociare in rabbia, panico, senza provocare litigi oppure creare delle tensioni, la cosa farà del bene alla coppia. Il rapporto potrebbe esserne addirittura rinvigorito, migliorando la comunicazione e la sintonia. Il tradimento serve spesso per acquisire una maggiore fiducia in sé stesso, ma è utile anche per riuscire a credere al partner, dimenticando, magari, le malefatte del passato e ricominciando tutto da capo. Anche qualche regalo per farsi perdonare non è una cattiva idea. Donare della felicità all’altro è sempre un atto che fa nascere molta felicità.

Tradimenti estivi: perché accadono e come rimediare