Terapia di coppia con la migliore amica: funziona davvero?

Un'amica vera è una sorella di vita che abbiamo scelto. Ecco perché per salvare il rapporto dobbiamo essere disposte a tutto, anche ad andare in terapia

L’amore si manifesta in tantissimi modi, in forme che a volte neanche noi riusciamo sempre a riconoscere. Quello che invece sappiamo fare bene è diversificare quello che proviamo attraverso le parole, destinandole in maniera differente ad amici, parenti e partner. Ma non è forse dallo stesso amore che quelle sono nutrite?

Tutte abbiamo sperimentato quella sorta di innamoramento nei confronti di un’amica che è stata e sempre sarà, di quella persona che ci ha fatte sentire al sicuro, l’unica che abbiamo voluto al nostro fianco nei momenti di gioia e di dolore, la stessa che è diventata persino più importante del nostro partner del momento. Perché un’amica vera è una sorella con la quale abbiamo scelto di condividere la vita.

E se da una parte molte di noi sono fortunate ad avere un’amica così al proprio fianco, altre hanno dovuto fare i conti con l’addio più doloroso di sempre. Eppure l’amicizia segue naturalmente il corso di tutti gli altri rapporti. Può rafforzarsi o rompersi ed esattamente come accade con le relazioni sentimentali non possiamo trattenere con la forza qualcuno che vuole andare via. Né possiamo sforzarci di tenere insieme qualcosa che inevitabilmente si è rotto.

Ma se è vero che abbiamo il potere di cambiare le cose, è altrettanto vero che possiamo riparare quelle crepe e farle brillare. La vera domanda è come fare a salvare un’amicizia? La risposta, in realtà, è proprio sotto ai nostri occhi, anche se non l’abbiamo mai considerata come tale. Stiamo parlando della terapia di coppia.

Una soluzione apparentemente bizzarra, e sicuramente inedita, che però è destinata a salvare le relazioni, anche quelle tra amiche. Se l’obiettivo è quello di non lasciarsi prendere dall’impulsività o di non fare uscire una persona di fondamentale importanza dalla nostra vita, allora parlarne con un esperto può essere sicuramente d’aiuto. Anche se di fronte a lui non si siete una coppia di amanti, ma una coppia di amiche.

La terapia di coppia, lo sappiamo ha come obiettivo quello di considerare la coppia, e non il singolo individuo, per focalizzarsi sulla relazione e sui cambiamenti personali che hanno portato a questo punto di rottura. Così, proprio nel caso in cui ci sia stato un episodio che abbia portato all’allontanamento, o una sorta di guerra tra le parti, ci si può rivolgere ad un esperto per capire se c’è margine di recupero.

Esattamente come avviene all’interno delle coppie, anche le amiche possono trovarsi davanti alla difficoltà di comunicare, soprattutto quando il conflitto che è nato sembra invalicabile. Attraverso la terapia si può lavorare su tutto questo, sempre che entrambe le persone lo desiderino fortemente, ovviamente, per ritrovare quella complicità di un tempo. Per tornare a esserci l’una per l’altra. Perché del resto l’amicizia è il tesoro più prezioso che abbiamo e vale davvero la pena batterci per proteggerlo.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Terapia di coppia con la migliore amica: funziona davvero?