Summertime sadness: cos’è la depressione estiva di cui (forse) hai sofferto anche tu

Esiste una forma di depressione tipica della stagione estiva, che presenta sintomi specifici, scopriamo cos'è e perché potresti averne sofferto

Si chiama Summertime Sadness ed è la depressione estiva, caratterizzata da specifici sintomi, quali inappetenza, tristezza, insonnia, pigrizia. A soffrirne sono soprattutto le donne.

Questa forma di depressione fa parte del SAD, il disturbo affettivo stagionale, difatti va e viene con le stagioni. Le persone che ne soffrono tendono a sentirsi peggio durante i mesi caldi, al contrario di quel che accade a chi più frequentemente si incupisce nei mesi freddi. Perché succede? Dipenderebbe, fra le varie cose, dalla luce abbagliante tipica della stagione estiva, che agendo su melatonina e serotonina, stimolerebbe una certa malinconia, dovuta a un cambiamento troppo improvviso del bioritmo. E anche le alte temperature influiscono negativamente sull’umore.

Questo, perlomeno, accade a chi soffre di Summertime Sadness, perché in altri individui sono, invece, la mancanza di luce e il freddo a causare depressione. Un altro fattore indisponente è rappresentato dal pullulare di eventi mondani, che riuniscono molta gente all’aria aperta, provocando una sensazione di malessere anziché di gioia e condivisione. Il motivo è probabilmente il disagio sociale, che induce queste persone a volersi isolare dagli altri, non riuscendo a godere della compagnia.

Ma forse di mezzo c’è anche l’invidia per chi si diverte, soprattutto se le persone depresse stanno vivendo un periodo stressante o lavorano troppo, a discapito della spensieratezza. Anche perché con il periodo estivo, il lavoro rallenta e molta gente parte per le vacanze, impedendo a questi individui di riversare il proprio disagio esistenziale sulla professione. In poche parole, l’estate li costringe a fare i conti con se stessi.

Dato che fra i vari sintomi della Summer Sadness c’è l’insonnia, vale la pena conciliare il riposo bevendo una tisana rilassante e chiudendo le finestre per mantenere la stanza buia, in modo che la luce non provochi risvegli durante il sonno. Per combattere la pigrizia, potete dedicarvi a un hobby appassionante. In ogni caso, se i sintomi sono molto intensi, bisogna consultare uno specialista, in modo da individuare il percorso terapeutico migliore per affrontare la depressione estiva, che in alcuni casi può davvero diventare problematica.

Summertime sadness: cos’è la depressione estiva di cui (forse) ...