Sono meteoropatica e questa non è una scusa

Lo conferma la scienza: se sono di cattivo umore, e ho il broncio, è colpa del tempo

Arriviamo in ufficio con il sorriso, o almeno ci proviamo, ma in men che non si dica ecco che quella espressione solare lascia spazio a un viso incupito e visibilmente irritato. “Sei esaurita”, affermano amici e colleghi ogni qualvolta si accorgono di quell’espressione imbronciata e quel farfugliare a denti stretti che ci caratterizzano in determinate giornate. “Sono solo metereopatica”, rispondiamo, una scusa in piena regola, secondo loro, che servirebbe a giustificare i nostri cambi d’umore repentini che avvengono nell’arco della giornata (e a volte anche durante una sola ora).

E invece avevamo ragione noi, perché un nuovo studio conferma che c’è veridicità dietro le nostre parole: il tempo può davvero influenzare il nostro umore e, se lo dice la scienza, nessuno più potrà accusarci di inventare scuse. A quanto pare, infatti, dipende tutto dalle condizioni meteorologiche che caratterizzano la giornata.

Lo studio condotto dai ricercatori della Leuphana University Lüneburg, in Germania, pubblicato poi sulla rivista Applied Psychology, conferma che nuvole e pioggia, e in generale cattivo tempo, acuiscono l’insoddisfazione, l’affaticamento e il malumore che sono destinati a durare tutto il giorno.

Al contrario, invece, una giornata di sole può colorare anche il giorno più stressante dell’anno, perché ci rende energetici e pieni di vita. Non si tratta, quindi, di un luogo comune. Dopo aver analizzato 115 professionisti, per 457 giorni lavorativi, i ricercatori sono giunti alla conclusione che il tempo può influenzare l’intera giornata.

Dallo studio è emerso che, più bello era il tempo al mattino, più i lavoratori si sentivano stimolati ad affrontare la giornata e persino più soddisfatti del loro lavoro. Al contrario, invece, con il cattivo tempo, stanchezza, malumore e insoddisfazione generale caratterizzavano le loro giornate.

Discorso a parte meritano lo stress e il burnot, a quanto pare, infatti, queste due condizioni che affaticano l’anima e la mente delle persone, non dipendono dalle condizioni meteorologiche. Il sole, così come la pioggia, possono influire solo sul nostro umore e sul livello di soddisfazione, senza intaccare situazioni di stress che hanno radici più profonde. Certo, il potere del tempo non è poco, né in bene, né in male, perché inevitabilmente caratterizzerà le nostre giornate.

Quello che è certo è che da oggi possiamo dire a gran voce di essere meteoropatiche senza più essere accusate di utilizzare una scusa per il nostro broncio.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Sono meteoropatica e questa non è una scusa