Soldi, seconda causa di litigio nella coppia

La questione denaro è tra quelle che crea maggiore tensione, soprattutto se si è sposati

Soldi, soldi, soldi. Dev’essere divertente, nel mondo dei ricchi, cantavano gli Abba. Assai meno spassosa è l’esistenza dei comuni mortali, dove il denaro non è mai abbastanza e le spese prosciugano i conti. Ma ancora peggio le cose vanno all’interno delle coppie, visto che la “pecunia” è la seconda causa di litigio dopo l’eterna conflittualità con i suoceri.

Secondo un’indagine di PayPal, commissionata qualche tempo fa all’istituto Ipsos e condotta in Italia, Olanda, Gran Bretagna, Stati Uniti, Australia, Canada e Messico su 7.000 persone, infatti, a parte gli scontri provocati dai rispettivi genitori (riscontrati nella metà delle coppie), sono proprio le questioni di soldi a causare più tensioni in casa. Succede quasi a una famiglia su tre, soprattutto a quelle sposate o di lungo corso, quando alla gestione “tattica” delle spese si sostituisce una “strategia” di ampio respiro.

Per evitare di lanciarsi addosso tutto il corredo faticosamente raccimolato con la lista nozze, gli italiani preferiscono perciò ispirarsi al motto “Ciò che è mio è mio, ciò che è tuo è tuo”, mantenendo conti correnti separati per le spese personali (lo fa il 59% degli intervistati) e, al massimo, aprendo un conto in comune per le esigenze domestiche (20%).

Nessuna grande novità, invece, sul fronte dei guadagni, con gli uomini che mediamente portano a casa più delle loro compagne e, di conseguenza, sono indicati dai due terzi del campione – sia maschi sia femmine – come la “primaria fonte di reddito” della coppia. Chi sia poi a occuparsi del patrimonio e dell’economia familiare è un mistero, visto che sia i “lui” sia le “lei” sostengono di farlo da soli.

Pieno accordo, al contrario, sul fatto che avere un bel gruzzolo, condiviso o meno, aiuti a ridurre i problemi e pure i conflitti. Il 63% degli intervistati dice che i soldi sono importanti nei rapporti sociali, ma ancora di più sono quelli che pensano che più se ne hanno migliori saranno le relazioni. Come fare allora a diventare più benestanti? Soprattutto (65%) stando attenti alle spese. Già, ma quali? Le proprie o quelle del partner?

 

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Soldi, seconda causa di litigio nella coppia