Sei troppo disponibile e premurosa? Forse soffri della sindrome di Wendy

La sindrome di Wendy è caratteristica di quelle donne insicure e che hanno paura del rifiuto: le crocerossine della situazione

Vi ricordate Wendy e Peter Pan? L’eterno bambino che non ne vuole sapere di crescere e la ragazzina con uno spiccato senso di responsabilità, che si prende cura di tutti, anche di Peter Pan stesso. Bene, se la sindrome di Peter Pan è nota a tutti, forse lo è meno quella di Wendy e magari potreste soffrirne anche voi.

La sindrome di Wendy è tipica di quelle donne che incentrano la loro vita sulla cura e protezione altrui, perlopiù nei confronti del proprio partner. Il più delle volte accompagnata da insicurezza e paura del rifiuto.

Le “Wendy” dei giorni nostri sono sempre disponibili nei confronti degli altri, anche in maniera esagerata, e cercano continuamente di risolvere i loro problemi, preoccupandosene e donando attenzioni e affetto incondizionato. Sono molto responsabili, tanto da essere considerate un vero appoggio per le persone meno mature che, il più delle volte, pretendono anche troppo. Il “problema” è che alle Wendy piace essere indispensabili.

Pacate e generose, si arrabbiano molto raramente per paura di perdere l’amore di coloro che le circondano. Prive di identità e opinioni, basano la loro vita sull’approvazione altrui. Inoltre, sono convinte che dare in maniera incondizionata le porterà ad essere amate. Per loro l’amore è sacrificio e sono convinte che vada meritato.

Quando vivono un rapporto di coppia sono delle vere e proprie crocerossine. Cercano continuamente di far felice il proprio partner, evitando che si arrabbi. Sono donne schiave della paura dell’abbandono e, a causa di questo timore, hanno la tendenza all’autosacrificio.

Chi soffre di questa sindrome ha paura della solitudine e una bassa autostima, e tende ad attrarre tutte quelle persone immature che non vogliono assumersi le proprie responsabilità, ovvero i cosiddetti “Peter Pan”.

A causa del loro comportamento, però, queste donne rinunciano completamente a se stesse, ai loro bisogni e alla loro vita. Rinunciano a vivere veramente.

Per superare questa sindrome, le Wendy dovrebbero coltivare la propria autostima, riprendendosi spazi e desideri, cercando anche di capire che l’amore non è sacrificio. Imparate a dire “no” e ad amarvi. La vostra felicità e la vostra vita non è meno importante di quella degli altri.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Sei troppo disponibile e premurosa? Forse soffri della sindrome di&nbs...