Il segreto della longevità sta in una vita vista “blu”

Lo conferma anche la scienza, gli spazi blu migliorano lo stato di salute, la qualità e la durata della vita

Forse non abbiamo bisogno di un’altra evidenza scientifica che ci confermi quanto un’esperienza vista mare possa farci bene al cuore e all’anima. Perché quel benessere istantaneo che ci attraversa il corpo e la mente quando il nostro sguardo si perde in vaste distese di acque cristalline è qualcosa che tutte noi abbiamo provato indistintamente.

Forse, però, non tutte sanno che anche i laghi, i fiumi e i canali, apportano gli stessi benefici del mare, quelli della vista blu, come la chiamano gli esperti. Secondo uno studio condotto dai ricercatori dell’Università di Glasgow, infatti, gli effetti sulla salute psicofisica di questi spazi è paragonabile a quelli verdi: migliorano lo stato di salute, la qualità e la durata della vita.

Esattamente come gli spazi verdi, quelli dove la natura lussureggiante è protagonista incontrastata, anche gli spazi blu migliorano il benessere della popolazione. È stato dimostrato dai ricercatori dell’Università di Glasgow, nello studio Meccanismi di impatto degli spazi blu sulla salute umana, che chi vive vicino all’acqua, coste, laghi, fiumi e canali, ha una migliore salute fisica e mentale.

Questi preziosi ecosistemi, infatti, consento alle persone di vivere in uno spazio con un ridotto inquinamento atmosferico ma non solo, secondo gli studiosi la vista blu intensificherebbe la voglia di fare attività fisica (Gli spazi blu all’interno di un’area geografica erano significativamente associati a livelli di attività fisica più elevati ). Un aspetto, questo, che influisce inevitabilmente sul benessere psicofisico di tutti noi.

Ma non è tutto, la medesima ricerca restituisce un dato davvero interessante, o sconcertate, dal punto di vista dal quale lo si osserva. Sembra infatti che stress, affaticamento e disturbi di salute mentale siano molto più frequenti nelle aree con una maggiore densità di popolazione, come le metropoli. I motivi sono presto detti: affollamento, inquinamento, traffico, violenza per le strade e la mancanza di tempo, fattori questi che inevitabilmente contribuiscono alla creazione di un malessere generale e diffuso.

Ed è in questo contesto che gli spazi blu, come quelli verdi, diventano una grande e preziosa risorsa. Loro, infatti, migliorano il nostro stato di salute e lo rendono più sereno, diminuiscono lo stress e l’ansia e diventano un vero e proprio toccasana per mente e corpo.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Il segreto della longevità sta in una vita vista “blu”