Come capire che non andrà bene: 4 mosse per testare il tuo lui

Piccoli suggerimenti per capire se il tuo compagno è quello giusto per se stai andando incontro a un flop sentimentale

Mettete assieme gli errori e i cocci raccolti dopo ogni rottura amorosa. Siate sincere, anche se drogate da anni di visione forzata di Sex&theCity: avete sbagliato voi. Avete sbagliate a sottovalutare i segnali, i sintomi latenti di una incompatibilità che non derivava dal preferire il caffè al latte o il miele allo zucchero, o a questioni pregnanti ma pur sempre superabili. Quei momenti che avete scansato, che avevano fatto suonare la campanella nella vostra testa, di sicuro saranno gli stessi che vi hanno portato alla rottura. A voi, come del resto anche alle vostre amiche (e alle vostre nemiche). E’ quindi giunto il momento di riflettere e capire su cui dovete lavorare.

1) Anche se l’amore vi oscura la vista, fermatevi a sistemare la lista delle priorità. Un po’ di furbizia in alcuni casi serve: per comprendere di che pasta è fatta il vostro lui e se può ritenersi un uomo compatibile con i vostri desideri e non solo carnali.

2) Basta soffrire o lasciarsi andare alla sindrome della crocerossina: una coppia vive bene nell’allegria, nel divertimento e nell’ironia. Il trend alla ricerca del pathos non è neanche salutare, stando a quanto suggeriscono gli specialisti. Lo sturm und drang studiato al liceo, che ha alimentato erroneamente il convincimento si possa edificare un livello di perfezione assoluta nella sofferenza, è un ideale. In quanto tale, non troverete mai riscontro nelle liti sul tappo del dentifricio o nell’uso inadeguato dei calzini.

3) Massima attenzione alla complicità: l’uomo giusto non è solo quello che vive dei vostri bisogni e vi sostiene, ma anche quello che riesce a far maturare certe certezze in voi e a migliorarvi sotto il profilo della comprensione, dell’organizzazione e della personalità. Sommate e non sottraete tempo al sesso che manterrà saldo il legame di coppia.

4) Tema caldo: la pazienza. Sopporterete i suoi difetti? Sono insormontabili? Non riuscite a immaginarvi tra dieci anni a discutere di queste beghe da coppia logorata da cose non dette o, peggio, negate? Su questi dubbi che vi si presentano in sequenza non dovete tergiversare. Quello che rimandate oggi, diventerà un problema domani.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Come capire che non andrà bene: 4 mosse per testare il tuo lui