Se sei fissata su una di queste 7 cose, potresti soffrire d’ansia ad alto funzionamento

Un particolare tipo di ansia quotidiana difficile da individuare

Alcune di noi hanno dei pensieri ossessivi, delle fissazioni che non ci fanno stare tranquille. Questi nostri pensieri vengono generati dall’ansia e nascono soprattutto in situazioni di stress molto elevato, è infatti il nostro cervello che le “crea” ponendoci in uno stato di “ansia ad alto funzionamento“.

Questo tipo di malessere è meno angosciante dai più comuni tipi di ansia perché si nasconde nella vita quotidiana senza dare sintomi o segni troppo evidenti se non queste piccole ma grandi fissazioni che a voi sembrano normali. Questo succede perché l’ansia che è dentro di noi cerca di incanalare i pensieri negativi e ossessivi in qualche modo e trova una via esterna in queste fissazioni. Proprio come quando nascondiamo la polvere sotto al tappeto, questo nostro metodo non serve ad eliminare l’ansia ma solo a non guardarla in faccia, a non combatterla. Incanalare queste ansie nelle fissazioni è un nostro modo, sbagliato, per cercare di avere il controllo sulle nostre sensazioni ma, soprattutto in una situazione di forte stress, può essere difficile da gestire.

Quali possono essere queste fissazioni in cui incanaliamo la nostra ansia? Eccovi 7 esempi:

  1. Le scadenze: avere una fissazione con le scadenze è tipico di chi soffre di ansia perché è un modo per cercare di arginare i pensieri negativi recintandoli in date o deadline. L’imprevedibilità e la disorganizzazione sono visti come una mancanza di controllo. Troppa attenzione sulle scadenze, invece, può causare un’eccessiva pressione che non fa bene alla nostra ansia.
  2. Il lavoro: cercare in tutti i modi di migliorarsi sempre di più in campo lavorativo è considerabile come una fissazione da ansia ad alto funzionamento. Questa è sempre data dalla mania di controllo sulla propria vita, l’obiettivo di chi si fissa sul lavoro è infatti quello di raggiungere il successo e, al tempo stesso, di sentirsi sempre più il solo padrone della propria carriera.
  3. Alimentazione: l’ansia ad alto funzionamento porta ad un’eccessiva attenzione al cibo ed è, spesso, collegata ad un disturbo alimentare. Il controllo sul nostro corpo e sulle nostre scelte a tavola diventa una vera e propria ossessione che può causare conseguenze davvero gravi.
  4. Abbigliamento: quante volte avete detto “non ho niente da mettermi” davanti al vostro armadio? La continua e ossessiva ricerca al vestito perfetto nasconde in realtà sintomi di ansia.
  5. Esami: davanti a delle “prove” come esami o interrogazioni l’ansia ad alto funzionamento vi rende produttivi e inclini a raggiungere l’obiettivo, questo strano meccanismo cresce in voi proprio per evitare di pensare ai problemi di ansia e stress che sono, invece, ben nascosti.
  6. Appuntamenti medicali: chi soffre di ansia ad alto funzionamento ha la fissazione sugli appuntamenti dal medico o sugli appuntamenti in generale.
  7. Planning: pianificare e organizzare tutto in modo minuzioso è un sintomo di ansia ad alto funzionamento. Le persone che ne soffrono vogliono infatti che ogni azione della giornata sia schedulata e compiuta negli orari prestabiliti.

La particolarità di questo tipo di ansia è proprio questa: non è così evidente e facile da identificare. Proprio per questo motivo è bene farsi un’auto analisi e rivolgersi ad uno specialista per capire quali possano essere le cause del sentimento di malessere, per combatterle e iniziare a vivere la vita quotidiana in modo sereno.

 

Se sei fissata su una di queste 7 cose, potresti soffrire d’ansi...