Il giorno che ho pianto di gioia guardandomi allo specchio

Non è stato facile ma alla fine mi sono riappropriata del mio corpo e sono tornata ad amarmi

C’è stato un tempo in cui lo specchio era il mio peggior nemico, colpevole solo di mostrare la verità e quel corpo che io stessa avevo calpestato e trasformato giorno dopo giorno. Perché vedete, adesso lo so, il problema non riguarda le forme o quei kg in più che arrotondano la silhouette, quanto più la capacità di sentirsi bene e a nostro agio nel corpo in cui abitiamo.

E io devo ammetterlo, mi sentivo a disagio ogni qualvolta mi ritrovato davanti al mio stesso riflesso. Non mi riconoscevo più, semplicemente, ma piuttosto che agire e cambiare la mia vita, fuggivo. Camminavo a testa bassa davanti alle vetrine dei negozi per paura di vedere anche solo la mia ombra, che ormai era chiaro, non mi apparteneva.

Ho smesso di prendermi cura di me, una protesta indiretta e dolorosa del mio stato fisico e mentale. Ho smesso persino di farmi vedere in pubblico, se non era strettamente necessario perché tutto quello che volevo era solo diventare un fantasma. Perché non volevo che gli altri vedessero quell’immagine di me che era chiaro, non mi rappresentava più.

Poi un giorno, quasi alla stregua di un’illuminazione, ho deciso di riprendere in mano la mia vita perché ero stanca di scappare e di fingere davanti agli altri che andava tutto bene. Ho fatto pace con me stessa, con i miei demoni ma soprattutto con il cibo: ho smesso di odiare lo specchio, reo solo di mostrarmi una verità che non volevo accettare.

Ho scoperto che l’impegno e il sacrificio non erano nulla se commisurati alla soddisfazione di ritrovare me stessa. La mia salute ne ha giovato, con una dieta equilibrata e una normale attività fisica sono tornata ad essere padrona del mio corpo e protagonista della mia vita. Ci è voluto un anno prima di vedere quel -45kg sulla bilancia, ma ce l’ho fatta.

Non è stato semplicissimo certo, e la paura di tornare alle vecchie abitudini ha fatto spesso capolino nei miei giorni e nei miei sogni. Ma poi è bastato un solo istante per darmi la forza di proseguire e di non mollare, quello in cui ho pianto di gioia guardandomi allo specchio.

Finalmente ero tornata me stessa, mi ero riappropriata del mio corpo. E oggi sono tornata ad amarmi.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Il giorno che ho pianto di gioia guardandomi allo specchio