Cosa vorrà dire davvero? Probabilmente, assolutamente nulla

Perché possiamo dare la colpa di tutto agli uomini, che già ne hanno tante, ma la verità è che siamo noi ad avere il potere di cambiare le cose

Sono la cinica del gruppo, quella che scrive di uomini e che sa tenerli a debita distanza, la stessa che però riconosce che non tutti i mali provengono dall’universo maschile. Non che non sia mai caduta nella trappola di un uomo, né che non abbia subito anche io il fascino dell’amore, del principe azzurro e del lieto fine, semplicemente ho imparato a riconoscere i mascalzoni e i furbetti a una lunghissima distanza a prova di miopia.

Ma ho imparato a riconoscere la colpa anche in quel circolo vizioso in cui, ciclicamente, alcune donne si ritrovano esclusivamente per loro volontà. Perché davvero ne ho viste tante di persone che hanno inneggiato l’uomo all’antica, quello dotato di alti valori, quello che disdegna l’avventura per una storia importante e duratura. “Merce rara” che però, una volta trovata nei paraggi, viene ignorata.

E no, non fate finta che non sia così. Perché lo vedo ogni giorno che siete attratte dagli stronzi e lungi da me giudicare! Dico solo che a volte la razionalità dovrebbe prendere il sopravvento sulla voglia smisurata di cambiare una persona, farla a vostra immagine e somiglianza, trasformarla nel principe azzurro. Perché vedete, probabilmente lui non ha la minima intenzione di diventare diverso da ciò che è.

E avete presente quel celebre film La verità non gli piaci abbastanza? Ecco, quello dovrebbe diventare il vostro mantra. E non per l’epilogo felice che appartiene solo al mondo cinematografico, quanto più per comprendere che se lui non risponde, non chiama, o resta vago su sentimenti, emozioni e sul futuro della relazione, semplicemente non è interessato.

Perché possiamo dare la colpa agli uomini, certo! Perché loro sono ambigui, egoisti e, a volte, agiscono solo per ottenere i loro scopi. E li raggiungono. Ma sta a noi poi scegliere di non trascorrere giorni che si trasformano in settimane e in mesi ad aspettare qualcosa che non arriverà.

E non sia mai che vi venga in mente di pensare che “ha sofferto troppo e ora è spaventato” perché no, no e no. Non è così. L’unica verità alla quale dovete credere è che non gli piacete, non così tanto da provarci, non così tanto da annullare la partita a calcetto o l’ennesima uscita con gli amici, non abbastanza per cancellare Tinder o altre dating app.

Lo so, sono brutale. Ma dare la colpa sempre e solo agli uomini, che di colpe già ne hanno tante, è giusto fino a un certo punto. Perché tutto il resto lo facciamo noi quando ci aspettiamo perennemente qualcosa da chi non ci ha promesso niente. Perché scattiamo come molle quando arriva un messaggino a qualsiasi ora della notte dopo giorni di silenzio e decidiamo di dargli l’ennesima possibilità. Perché trascorriamo giorni interi a fantasticare su qualcosa che non arriverà mai, salvo poi risvegliarci e giustificare l’ennesimo gesto incompiuto con qualche congiunzione astrale avversa.

Quindi è inutile chiedersi cosa vuol dire davvero il suo silenzio, il suo poco impegno o l’intermittenza con cui è presente nella vostra vita, perché nella maggior parte dei casi, non vuol dire davvero nulla.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Cosa vorrà dire davvero? Probabilmente, assolutamente nulla