Quando l’amore si ostenta online

Amori ostentati: contano più i like delle emozioni?

Andrea Carubia

Andrea Carubia Psicologo-sessuologo

Inutile negarlo: siamo tutti iperconnessi: portiamo avanti esistenze all’interno di un circolo vizioso fatto di contatti che ci creiamo, di aspettative, di pretese, di ansia da prestazione.

Tutto questo esisteva anche prima, ma per ovvi motivi, i social e tutte le loro implementazioni hanno esasperato queste meccanismo psicologico.

Non c’è cena che non venga esibita, vacanza che non venga minuziosamente raccontata, ecografia che non venga pubblicata e amore che non venga postato. E noi subiamo l’ansia da prestazione e da ostentazione.

Ma perché tendiamo ad ostentare tutto, compreso l’amore, online?

I social hanno creato una realtà parallela in cui tutto, o quasi, è sotto il nostro controllo.

Possiamo decidere che filtro applicare su tutto, quanto colorare le nostre emozioni, quando saturarle, con che frequenza, quanto mostrarci coinvolti e quanto farci vedere insensibili a tutto. Possiamo dichiarare amori e guerre, possiamo mandare a dire cose e mandarle a dire con tono e perspicacia.

I social sono il mondo dell’ostentazione e tutto questo ha attecchito perché siamo fondamentalmente imperfetti.

Tutti abbiamo paura di mostrare i nostri difetti e tutti abbiamo voglia di far vedere il meglio di noi, ognuno sulla base di motivazioni differenti.

Ostentare l’amore online vuol dire farsi forti di un sentimento e plasmarlo a nostro uso e consumo per poterlo mostrare a chi ci vuole bene ma soprattutto a chi pensiamo ci voglia male perché possa esserne invidioso.

Spesso, a livello psicologico, chi ostenta un sentimento è perché non lo sente abbastanza forte da resistere all’indifferenza che probabilmente gli altri potrebbero avere nei suoi riguardi.

Oltre che essere umanamente felici per la felicità di qualcuno, perché dovrebbe interessarci le centesima foto di un bacio al tramonto o la trentesima dichiarazione d’amore in due settimane?

Il narcisismo è sempre dietro l’angolo: fomenta insicurezze e ci spoglia di quell’intimità che tanto faticosamente si conquista per proteggere le cose più preziose.

Se non lo posti non è accaduto”. Ed è così che il mondo si riempie di baci, abbracci, after sex, tenerezze, cene a lume di candela e di un’intimità che ormai è solo il soprabito che ci siamo tolti entrando alla festa per mostrare a tutti il vestito appena comprato.

Quali sono i motivi secondo la psicologia per i quali si ostenta l’amore online?

Le coppie che postano e pubblicano tutto non sono realmente felici. Chi è davvero felice tende a vivere il momento per custodirlo nella propria memoria e non a guardarlo attraverso uno schermo.

Le coppie che ostentano la propria relazione online sono insicure. Il numero di like accresce effimeramente l’autostima e ci fa credere che la nostra relazione sia la più bella del mondo.

Le coppie che amano mostrarsi e dare in pasto a tutti i propri momenti privati sono narcisiste, ed il narcisismo non è mai un buon segnale.

Infatti il narcisismo paventa forza ma nasconde insicurezza e, a volte, porta con sé un bagaglio di traumi e disagi irrisolti così grande da non poter essere colmato neanche da centinaia di “reazioni”.

Andrea Carubia

Andrea Carubia Psicologo-sessuologo Psicologo Sessuologo e Psicoterapeuta si occupa da diversi anni di promozione del benessere psicologico e sessuale dell'individuo e della coppia allo scopo di migliorare il rapporto con sé stessi e gli altri http://www.psicologo-psicoterapeuta-sessuologo.it

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Quando l’amore si ostenta online