Nasce il Pronto Soccorso psicologico per emergenze emotive

Un ambulatorio speciale dove raccontare il proprio malessere psicologico

Oggi, esiste un luogo dove è possibile trovare conforto in caso di “emergenza emotiva“: il Pronto Soccorso Psicologico. Il progetto è appena nato e nasce dal crescente bisogno di sostegno e ascolto delle persone con difficoltà e malesseri della mente.

Il padre di questo progetto è Alessandro Calderoni, di professione psicologo e psicoterapeuta cognitivo-comportamentale con una laurea in psicologia clinica. L’obiettivo principale del Pronto Soccorso Psicologico è quello di diventare un punto di riferimento per il benessere della psiche degli abitanti della città. Il progetto timone parte da Milano ma ha l’ambizione di diventare un modello da replicare in altri luoghi.

Ma cos’è esattamente un’emergenza emotiva e quando si manifesta? Può essere qualsiasi tipo di disturbo psicologico che non ci fa stare bene o, più semplicemente, è quel momento in cui sentiamo il bisogno di qualcuno che ci ascolti e che ci dia un supporto emotivo in un momento difficile. Il bacino di utenza è molto ampio e raccoglie persone di tutte le età che stanno vivendo situazioni complicate: dal bullismo all’ansia, dalla depressione alle crisi di coppia, ogni tipo di problema legato alla propria sfera psicologica può essere considerato un’emergenza emotiva.

L’aiuto del Pronto Soccorso Psicologico sarà veloce e in tempo reale grazie ad un corposo team di psicologi e psicoterapeuti adeguatamente preparati. La struttura sarà formata come un vero e proprio ambulatorio, visitabile anche senza appuntamento. Le tariffe avranno costi convenienti soprattutto per gli under 25 e gli over 65. Ogni seduta avrà una durata di massimo 30 minuti per un massimo di 8 appuntamenti a persona. Il passo successivo, se il problema non è facilmente risolvibile, sarà quello di consigliare al paziente un percorso personalizzato con una struttura competente.

Ad oggi i dati parlano chiaro: il 14,8% degli italiani che non presentano disturbi emotivi hanno comunque un’alta probabilità di soffrirne nel breve e medio periodo, soprattutto di ansia e depressione. Inoltre, solo il 25% di chi ne avrebbe bisogno riceve un trattamento e il 10% una cura adeguata. Il Pronto Soccorso Psicologico serve proprio a questo: avere un rapido e primo riscontro in caso di malessere psicologico o di crisi. Un piccolo passo verso la guarigione e un consiglio su dove recarsi se il problema riscontrato è più grave del previsto.

In un periodo dove le persone faticano ad esprimere il proprio malessere nascondendosi dietro ad una maschera il Pronto Soccorso psicologico riuscirà ad aiutare le persone in difficoltà con un sollievo istantaneo e una visione più chiara sulla soluzione futura.

Nasce il Pronto Soccorso psicologico per emergenze emotive