Il primo bacio non si scorda mai, ecco perché devi dargli la giusta importanza

Le farfalle nello stomaco, la chimica e l'attrazione fatale, oppure niente di tutto questo. Ecco cosa succede durante il primo bacio (e perché questo determina tutto)

C’è qualcosa di bello, strano e inspiegabile che succede quando le nostre labbra si poggiano per la prima volta su quelle di un’altra persona. Sono i primi baci, quelli che determinano tutto, quelli che ci fanno capire se restare o andare via. Dalle farfalle nello stomaco a una chimica esplosiva, passando anche per una complicità che, invece, proprio non si riesce a trovare quando le labbra non trovano quell’incastro perfetto che speravamo.

Perché succede proprio durante il primo bacio? Perché se quello va male arriviamo addirittura a pensare che non vale la pena di darne un altro? Perché quella è la prima forma di intimità condivisa, di contatto fisico tra due persone che provano interesse e attrazione. È la prova del 9, e non sempre va come speriamo.

Il primo bacio

Il bacio è un apostrofo rosa tra le parole t’amo, ma anche no. È più un gesto determinante per capire se quell’attrazione provata fino a quel momento può trasformarsi nella famosa chimica che tanto cerchiamo. È l’atto di abbandonarsi all’altro, è la conferma di un piacere reciproco, dell’inizio di un emozione.

Ma può trasformarsi anche in qualcosa di più spiacevole e di deludente, soprattutto quando viene a mancare la complicità. E questa è una cosa che abbiamo provato tutte, almeno una volta nella vita. Perché per noi donne, si sa, il bacio è fondamentale per iniziare a costruire qualcosa e per mantenere viva la relazione.

E quando gli uomini non lo capiscono, perché loro non gli danno la stessa importanza, rischiano davvero di rovinare tutto, di mettere fine alle nostre aspettative e stroncare sul nascere quella che poteva essere una storia d’amore.

Perché quando conosciamo qualcuno che ci piace c’è sempre un prima e un dopo, ed è proprio l’atto del bacio a determinare quel momento. Può confermare o deludere le aspettative che nutrivamo. Può scatenare il desiderio sessuale, un’attrazione fatale, oppure non fare niente di tutto ciò.

La filematologia

È evidente, quindi, che il primo bacio è determinante, ma lo sono anche tutti gli altri. A parlare dell’importanza dei baci ci pensa la filematologia, la scienza che si occupa proprio di analizzare le forme e le modalità di espressione fisica ed emozionale del bacio.

I numerosi studi nel campo della filematologia confermano che i baci sono dei veri e propri toccasana per la mente e per il corpo. Quando ci si abbandona all’altro, infatti, si abbassano i livelli di cortisolo, l’ormone legato allo stress, e aumentano il testosterone, la dopamina e l’ossitocina.

Ecco perché i baci sono fondamentali in una relazione, ecco perché a loro è dato l’onore e l’onere di inaugurare una relazione. Ma se il primo bacio non va come doveva andare?

Quando il primo bacio non va bene

Vale la pena chiedersi che fare quando il primo bacio dato alla persona che stavamo frequentando si trasforma in un disastro. Se la scintilla non scatta è davvero il caso di andare avanti? O meglio salutare e andare?

Dipende, a volte l’affinità fisica per manifestarsi ha bisogno anche di una connessione emozionale che magari si rivela in un secondo momento. Altre volte entrano in gioco ansia o agitazione e altri sentimenti che non consentono alla persona di lasciarsi andare.

Ecco perché, se pensiamo che ne valga la pena, possiamo fare un altro tentativo. E chissà se il secondo bacio sarà quello giusto.