Primo appuntamento, cosa non fare

Dal look ai drink passando per le bugie: alcune dritte per non fallire subito con un potenziale fidanzato

Se tutti vi cercano e tutti vi vogliono, se avete uno stuolo di ammiratori fuori dalla porta, se per uscire con voi bisogna prendere il numero come dal macellaio e aspettare pazientemente il proprio turno, allora non perdete tempo a leggere questo articolo. Anzi, di sicuro avete qualcosa da insegnarci. Se invece non rientra nelle vostre possibilità il cambiare uomo continuamente, forse alcuni di questi consigli sul cosa non fare al primo appuntamento vi torneranno utili.

Cosa mi metto?
A meno che non dobbiate recarvi a qualcosa di simile al ballo delle debuttanti, non esagerate. Il consiglio di Coco Chanel era “Togliere sempre qualcosa prima di uscire”: vale ancora oggi. Se si tratta di un aperitivo, una cena in un posto tranquillo, non strafate (questo non significa vestirsi da pariolina in vacanza a Formentera). Niente mise da dance hall queen: puntate sulla scollatura? Allungate gli orli. Se siete patire della minigonna evitate una maglietta con scollo profondo come il Grand Canyon. Se non sapete camminare con le scarpe col tacco ci sarà un altro momento per fare un po’ di pratica, ma non questo. Se vi recate all’appuntamento direttamente dall’ufficio, senza passare da casa, datevi una rinfrescata in bagno.

Dimenticare gli ex
Parlare delle storie finite al primo appuntamento: non c’è niente di più irritante e deprimente. Perché? Perché così non fate altro che evidenziare una triste realtà: non avete superato la cosa, siete ossessionati dal vostro passato. Così fate scappare la persona che avete davanti, oltre ad annoiarla.

Bere
Vietato alzare il gomito . Non significa che non si può essere un po’ brilli (solo un po’, eh), ma che non bisogna arrivare al punto di non reggersi in piedi, o dimenticare il nome della persona che siede al tavolo con voi. Se di norma non bevete  alcolici, questo di sicuro non è il momento per iniziare a farlo.

Il conto
Sebbene sia un gesto galante da parte di lui pagare, pensiamo che in fondo non ci sia nulla di male se lei ci tiene a offrire. L’importante è che il gesto sia spontaneo, e non determinato dal fatto che lui non accenna a fare la mossa di cacciare il portafogli, o peggio ancora dice che l’ha dimenticato a casa. Niente saldo “alla romana”: non siamo a un incontro tra amici.

Non mentite
Le bugie hanno le gambe corte: la nonna aveva ragione. Non raccontate che avete 25 anni se ne in realtà sono 35, che vivete da soli quando state ancora da mamma e papà, che siete un imprenditore nel ramo della ristorazione quando in realtà fate il cameriere.
Di cosa non parlare Un acceso dibattito sulle condizioni dell’economia mondiale non è esattamente un argomento da sfoderare in questo momento. Non si parla neppure di malanni.

Non divagate
Se la persona che avete davanti è uscita con voi è perché ha voglia di conoscervi meglio, sapere qualcosa in più di quello che già sa. Non vuole sapere i risultati del campionato, quali sono i colori di tendenza delle scarpe della stagione, come procede la relazione sentimentale della vostra collega Rossana.

Dimenticate il telefono
Suona il cellulare? Rispondete, ma non restate al telefono tutta la serata: è da maleducati. È la mamma che vuole sapere com’è andata la vostra giornata lavorativa e s’informa se avete mangiato la verdura? Ditele che la richiamate domani. È la vostra amica che vuole raccontarvi del suo ennesimo fallimento sentimentale? Ditele che la richiamerete più tardi.

 

Primo appuntamento, cosa non fare