Perdere un cane è paragonabile all’addio ad un essere umano secondo la scienza

I motivi per cui superare la perdita di un cane è difficile tanto quanto quella di un conoscente umano

Chiunque abbia posseduto un amico a quattro zampe, sa quanto sia semplice affezionarsi a lui, grazie al loro amore incondizionato e puro ed alla gioia che sanno donare ogni giorno.

Proprio questo rapporto tra padrone ed animale rende davvero difficile superare la perdita nel momento in cui il pelosetto dovesse lasciarci, per vecchiaia o malattia. La morte, quindi, del proprio migliore amico, diventa un momento lungo e doloroso, pari a quello di un umano.

La scienza ha dimostrato che vivere il lutto di un cane non è un momento strano ed anzi, secondo la ricerca dell’officiai Journal of The Human Behavior and Evolution Study, potrebbe essere più difficile da elaborare rispetto alla perdita di un proprio conoscente. Questo dipende da diversi fattori che si sviluppano nel corso della propria esperienza di condivisione della casa e della vita con l’animale domestico.

  • Legame affettivo

I legami che si vanno a creare con il proprio cane, sono perfettamente paragonabili a quelli umani. Quindi, il bene che lega il padrone verso il proprio cucciolo, diventa uguale a quello che si prova verso la propria famiglia.

  • Convenzioni sociali limitanti

La differenza tra la morte di un cane e quella di un umano sta nell’elaborazione del lutto. Infatti, diventa quasi ridicolo accettare la necessità di creare un percorso psicologico con un esperto per poter superare la perdita. Al contrario, se a lasciarvi fosse una persona, la ricerca di un supporto da uno psicoterapeuta, sarebbe considerato uno step normale.

  • La compagnia e l’amore incondizionato
  • Il mutare delle abitudini

Possedere un cane è prima di tutto un impegno: infatti si creano alcune routine che vanno a decadere con la sua scomparsa. Non si torna più a casa dal lavoro consci di trovarlo dietro la porta di ingresso ad aspettare, non si contano più le ore che mancano alla passeggiata quotidiana. E, spesso, questo cambiamento così repentino, provoca un vuoto davvero incolmabile.

  • La sofferenza nelle scelte difficili

In alcuni casi, potrebbe dover essere necessario scegliere tra la vita o la morte del proprio animale domestico, soprattutto quando affetto da malattie gravi. In questi casi, nonostante sia una scelta saggia, sono i sensi di colpa a prevaricare, vivendo momenti di strazio e dolore.

Perdere un cane è paragonabile all’addio ad un essere umano sec...