Perché le relazioni falliscono? Ecco cosa dice la scienza

Le relazioni fallite causano malessere a molte persone. Adesso la scienza ci viene in aiuto e ci spiega perchè in alcuni casi le storie finiscono

Le relazioni fallite mettono gran parte della popolazione mondiale a dura prova, portando a vedere solamente la parte negativa dell’esperienza. Recentemente la scienza ha dimostrato che esistono i cosiddetti “rompi accordi”: possono essere una tratto della personalità, lo status sociale, le proprie credenze, ecc. Spesso le persone non cercano il meglio nel proprio partner.

Infatti, secondo gli psicologi di cinque diverse università, chi valuta i potenziali compagni tende a focalizzarsi sui tratti negativi della persona. Questo studio è stato pubblicato sul Personality and Social Psychology Bulletin dopo una ricerca riguardante 6500 soggetti e trattando contesti sessuali, romantici e d’amicizia, chiedendo quale valore fosse da loro considerato più importante. Ovviamente, le relazioni fallite sono una questione molto soggettiva. Per esempio, una persona potrebbe ritenere l’impulsività una caratteristica positiva, mentre altri potrebbero vederla come negativa.

Secondo i ricercatori, i tratti più importanti che spingono le persone a chiudere un rapporto sono la mancanza di attrazione, uno stile di vita poco salutare, tratti personali indesiderati, diverse credenze religiose, uno status sociale limitato e diversi scopi riguardo alla relazione stessa. Queste scoperte hanno mostrato che mentre si valuta il potenziale dell’altro, si tende a focalizzarsi più sulle caratteristiche negative che su quelle positive. Per questa ragione, pochi aspetti negativi potrebbero prevalere su molti positivi. Inoltre, si è scoperto che le donne in generale mettono maggiore enfasi su questi fattori di rottura.

Gregory Webster, uno degli autori della ricerca appartenente all’Università della Florida, ha affermato che si ha la tendenza a badare di più a un’informazione negativa che ad una positiva. I fattori che possono ferirci sono generalmente più importanti e perciò devono godere della nostra completa attenzione, rispetto a quei fattori che invece possono aiutarci. Per questo, i ricercatori teorizzano che quest’atteggiamento abbia uno scopo di sopravvivenza. Nell’amicizia, gli effetti di questi tratti non sono così forti, ma alcuni di essi valgono per ogni tipo di rapporto, come ad esempio la disonestà, che è mal vista in ogni contesto. In questo modo, la ragione delle relazioni fallite tende ad essere scaricata sul partner.

Perché le relazioni falliscono? Ecco cosa dice la scienza