Il paradosso del regalo: meglio grande, ma da solo. La ricerca

Meglio soli che male accompagnati: è una legge che vale anche per i regali. Tenetela presente quando vi affannate nella corsa agli ultimi regali natalizi: non complicatevi la vita insomma perché un bel regalo, uno solo, basta e avanza, anzi se ne aggiungete uno più piccolo sminuirete il valore di quello più importante.

Lo ha verificato una ricerca del Pamplin College, pubblicata sul "Journal of consumer research": donare un regalo grande e costoso insieme a uno più piccolo e di minor valore riduce il valore percepito di tutto l’insieme.

E’ il paradosso del donatore, spiega l’autrice dello studio, la docente di marketing Kimberlee Weaver. Ad esempio: " Se volete impressionare il vostro fidanzato con un bel regalo potete comprargli un costoso maglione di cachemere, oppure aggiungere allo stesso maglione anche un buono regalo da 10 dollari". Errore: se scegliete la seconda opzione, invece di arricchire il pacco regalo, ne diluisce l’impatto agli occhi di chi lo riceve, facendo sembrare il regalo più importante di minor valore.

Le persone nelle loro valutazioni seguono una strategia ”media", precisa la studiosa. In questo caso il criterio della maggior quantità non funziona: chi riceve i doni  tende inconsciamente a fare la media dei due regali e non percepisce il reale valore dell’oggetto più importante.

E’ la strana legge del paradosso, che si allontana il più possibile da quella della logica o dell’apparenza, come insegnano anche i filosofi, primo fra tutti Zenone con la famigerata vicenda di Achille all’inseguimento della tartaruga, che paradossalmente non verrà mai raggiunta dal più veloce degli eroi.

La stessa legge può essere applicata anche in altri campi, compresi i più insospettabili. In una discussione o in una presentazione ad esempio, contrariamente a ogni apparenza è meglio dare visibilità a un solo punto di forza, piuttosto che affiancarlo ad altre argomentazioni minori. La stessa legge vale quando ci si presenta a un colloquio di lavoro: meglio non diluire con elenchi di abilità ed esperienze i propri punti forti ma puntare su uno solo o pochi di essi.

 

Il paradosso del regalo: meglio grande, ma da solo. La ricerca