Non vedi le cose per come sono, ma per come sei

Tutti noi viviamo gli avvenimenti in base al nostro cammino, per questo ogni opinione è valida e deve essere accettata

Quando discutiamo o litighiamo con qualcuno è quasi sempre perché non si vuole capire il punto di vista dell’altra persona. Si ha la presunzione di avere ragione o la convinzione che la nostra idea, il nostro modo di percepire il mondo sia migliore. In realtà stiamo commettendo un grande errore.

La verità è che si vedono le cose per come siamo e non per come sono. Ognuno di noi, con i propri pregi e difetti, esperienze e delusioni, vede la vita e quanto accade in base a particolarità e preferenze. Dialogando si condividono pensieri, idee, mondi con la convinzione che siano uguali, ma non è così e questo genera incomprensioni.

Il “colpevole”, se così vogliamo chiamarlo, è il nostro carattere che ci fa vedere le cose per come siamo. Ogni persona ha la propria opinione ed è valida come quella di chiunque altro e deve essere accettata.

La realtà, le situazioni, gli eventi, non sono uguali per tutti e vengono visti in maniera differente da persone con storie diverse. È come se ognuno di noi indossasse un paio di occhiali con una certa prospettiva sulla realtà.

Quello che ci capita quotidianamente succede a chiunque. Tutti noi affrontiamo ogni giorno cambiamenti, perdite, sconfitte, ma reagiamo diversamente proprio perché ognuno ha la propria visione.

Dovremmo imparare ad essere più aperti, a chiedere alle persone con cui parliamo qual è il vero significato di ciò su cui si sta argomentando. Cercare di capire il punto di vista dell’altro, entrare nel suo mondo, connettersi con la sua anima.

Quando incontriamo una persona, i nostri mondi, le nostre realtà si mostrano e si conoscono. Per questo è molto importante essere aperti e saper ascoltare, senza esigere o imporre il nostro punto di vista. Non ha senso impuntarsi o cercare di far valere la propria parola, soprattutto quando si parla di sentimenti quali l’amore e l’amicizia, o concetti astratti come la fiducia. Si pensa sempre che si parli della stessa cosa, ma vi sono enormi differenze date dal vissuto della persona.

Impariamo ad ascoltare, indossiamo le scarpe della persona con cui stiamo parlando e, prima di giudicare, percorriamo la sua strada. Solo così potremo capire il suo modo di pensare.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Non vedi le cose per come sono, ma per come sei