La malinconia delle assenze a Natale

Si possono definire le sedie vuote: sono quelle persone che vorremmo vicino a noi nelle giornate di festa e che per tante ragioni non ci possono essere

È nei momenti di grande gioia e di profonda condivisione che le assenze si notano in maniera più intensa e dolorosa.

È capitato a tutti, in momenti importanti della propria vita, di desiderare di avere accanto a sé una persona che non c’è più, o magari che è lontana, o di provare nostalgia e di volere riallacciare i rapporti con qualcuno di importante.

Succede anche a Natale. La magia nelle feste è nell’aria, ci si raduna con le persone importanti per condividere un momento di festa, si sorride, si mangia e si celebra. Ma dentro ognuno di noi pesano quelle sedie vuote simbolo di tutte quelle persone che vorremmo accanto a noi, ma che non ci sono più.

Persone magari lontane con le quali non ci può riabbracciare in occasione del Natale, oppure genitori separati che non potranno trascorrere tutte queste giornate di festa insieme ai propri figli. Oppure, semplicemente, la malinconia che si prova ripensando alle persone che non ci sono più e che sono state importanti nella nostra vita.

Emozioni che possono essere anche punto di partenza per stati d’ansia nei giorni precedenti alle feste facendoci pensare: ce la farò a non soffrire e a godermi comunque il Natale?

Dall’ansia dell’attesa, si passa alle reazioni a questi sentimenti così dolorosi e tanto contrastanti con l’ambiente che ci circonda.

Gli atteggiamenti possono essere i più disparati. Ci sarà chi si immergerà totalmente nell’aria delle feste e si trasformerà in un provetto spirito del Natale, andando a esaltare queste giornate per contrastare le assenze, e queste sedie metaforicamente vuote, con un atteggiamento propositivo. Oppure ci sarà chi si trasformerà nell’esemplare perfetto di Grinch. In questo caso la persona in questione sembrerà quasi allergica a tutto ciò che ha a che fare con le feste e con il Natale. Un’altra reazione, forse la più equilibrata, sarà quella che avranno le molte persone che invece cercheranno di godersi i preziosi momenti insieme con amici e famiglia per farne tesoro, consapevoli di come le assenze siano importanti come le presenze.

Immuni dalla sofferenza e dalla malinconia lo dovranno essere i bambini. Per loro il Natale è un momento di grande magia fatto di istanti che diventeranno un tesoro prezioso da custodire per tutta la vita.

La malinconia delle assenze a Natale