Lui vuole fare sesso, lei ha sonno

La battaglia dei sessi, oggi, si combatte anche a suon di sveglia. Tutta colpa della cattiva qualità del riposo, tranquillizzano gli esperti d'Oltreoceano

Meglio dormire o fare sesso? Dipende da quanto sonno si ha, vien da dire leggendo i risultati di un sondaggio canadese secondo il quale gli uomini vorrebbero avere fare più spesso l’amore, mentre le donne vorrebbero piuttosto schiacciare un pisolino. Lo studio, commissionato un gruppo di produttori e venditori dell’industria di materassi, voleva indagare sulle abitudini al riposo: oltre la metà delle donne, il 58%, rispetto al 43% degli uomini, si è detta non interessata a rapporti sessuali dopo una notte di sonno disturbato. Il 73% degli intervistati ha dichiarato inoltre che la propria relazione ha subito problemi per la mancanza di sonno. Insomma, la battaglia dei sessi, oggi, si combatte anche a suon di sveglia. Tutta colpa della cattiva qualità del riposo, tranquillizzano gli esperti d’Oltreoceano: una vita stressante, poco esercizio fisico, continue sollecitazioni, portano a dormire male e – di conseguenza – a svegliarsi peggio.

La crisi della coppia, dunque, non c’entra nulla? Sì e no, perché sesso e sonno possono costituire un circolo virtuoso (buon sonno=buon sesso, ma vale anche il contrario), ma anche vizioso se c’è qualcosa a turbare l’equilibrio tra i due fattori: se non fai sesso sei più irritabile e dormi male. Ma allora perché proprio le donne soffrono di più per la mancanza di riposo? Verrebbe da dire che – come suggeriva una recente ricerca – che gli uomini sono sempre pronti, sonno o non sonno. Oppure le maligne potrebbero suggerire che – probabilmente – le donne sono più stanche perché fanno di più e in più ambiti. La ricetta, in tutti e due i casi, resta la stessa: lasciare le tensioni fuori dalla camera, spegnere la tv (e il pc), ritirarsi insieme e usare il letto per le funzioni per le quali è disegnato: dormire e fare sesso.

Lui vuole fare sesso, lei ha sonno