Lui ti ha mollata: ecco cosa non devi fare

Come sopravvivere alla fine di un rapporto: gli errori e le mosse giuste

Ci avevi investito, ci credevi e in nome della durata del rapporto passavi sopra a tante cose. Come agli sguardi maliziosi che lui, a pioggia, gettava nella folla anche quando eravate insieme. Non è servito. Dopo la classica pausa di riflessione, in cui lui voleva “vederci più chiaro”, mentre il suo cellulare riceveva messaggi a ripetizione e lui andava sul balcone a chiamare la sua ultima fiamma, se n’è andato sbattendo la porta e dicendo pure che lui ci aveva provato fino all’ultimo a far funzionare le cose, ma non c’è niente da fare: con te non si può. Ultime parole famose: «Passerò poi a prendere tutte le mie cose».

Fine di una convivenza o, peggio, di un matrimonio (magari con figli): che fare? Primo impulso, piangere, urlare, stramaledirlo e parlar male di lui a tutti, anche a sua madre (che in fondo qualche colpa deve pur averla, se ha cresciuto un figlio così). Seconda fase, quella dell’accoppiata divano-dvd con storie d’amore strappalacrime: e vai con la depressione nera, l’autostima sotto i tacchi e l’isolamento pressoché totale.

Terza fase, sono-tutti-uguali: ne parli con le amiche, vi leccate le ferite tutte insieme e trasformate una storia andata a male in una teoria perfetta. Quarta fase, ora me la godo io: ti prendi la rivincita con quelli che incontri, single o no, e ti sembra di trovarci gusto. Quinta fase, rimarrò zitella a vita: le avventure mordi e fuggi ti hanno stancata e non trovi, come dici tu, «uno straccio di uomo, perché gli unici decenti se lo son già presi le altre e se uno a 30-40 anni è ancora single, dev’esserci un perché».

Come evitare gli avvitarsi su se stesse dopo il fallimento di un amore? Quelle che ci sono passate prima di te, imparando dai propri sbagli, hanno formulato un decalogo salva-vita che potrebbe aiutare molte a uscire da un copione perdente.

1. Calma e sangue freddo: a che punto sei?
Chiarisciti le idee sulla tua situazione familiare (anche economica!), sui tuoi punti di forza e le tue reali possibilità. Fallo con l’aiuto della tua famiglia, magari, e se necessario con un legale di fiducia.

2. Non chiamarlo
Volta pagina, togli di mezzo fotografie e oggetti che te lo ricordano, evita di raccontare ad altri tutte le vacanze che hai fatto con lui e soprattutto non fantasticare su suoi possibili rinsavimenti di lui ed evita di cercare incontri fintamente casuali o, peggio, di telefonargli o tempestarlo di faccine e messaggini su WhatsApp.

3. Non pensare mai a “lei”
Niente sensi di colpa per quel che è successo. E soprattutto nessun pensiero tossico sulla reale o presunta rivale («Cos’ha lei che io non ho?»). Chiediti piuttosto come vorresti essere tu, oggi. E se c’è qualcosa in te che vorresti tirar fuori, fallo!

4. Niente rancori
Non perder tempo a recriminare, non ti avvelenare l’animo con la rabbia e non meditare vendette. Né nei suoi confronti né dell’altra. Se ci sono di mezzo dei figli, non usarli a titolo di ripicca.

5. Coltiva le amicizie
Non ti rintanare in casa. C’è tanta gente che prima non avevi il tempo di frequentare o amici che a lui non piacevano: è il momento di dar loro spazio.

6. Fatti bella
Se già in tempi normali, una seduta dal parrucchiere ti migliorava l’umore, figurati ora. E’ il momento di osare: portafoglio permettendo, goditi qualche pomeriggio dall’estetista, a far massaggi o concediti una sauna. Se ti va, rinnova radicalmente il tuo look e guardati con occhi diversi.

7. Rafforza la tua autostima
Farsi belle già aiuta. Ma a volte non basta. Se tempo e soldi te lo consentono, perché non fare ora quel corso di inglese che hai sempre rimandato? O qualunque altra cosa ti venga in mente e che non facevi perché pensavi, in fondo, di non meritartela.

8. Fidanzati? Non ho tempo!
L’amore verrà, ma mentre sei alle prese con le grandi opere della tua ricostruzione interiore, meglio non mettere altra carna al fuoco. In questo momento rischieresti di avere l’aria afflitta della single non per scelta e finiresti dentro storie sbagliate. Quando ti sarai rappacificata con te stessa, probabilmente comparirà l’uomo giusto.

9. Pensa positivo
Proiettati in avanti, pianifica il tuo futuro e immaginatelo roseo. Più progetti, meno passato!

10. Una sana follia
Prova a concederti gli sfizi che ti eri sempre vietata. Fai qualcosa di inedito, anche, che era sempre stato per te un tabù: insomma, lascia che entri aria fresca e rigenerante nella tua vita. Qualcosa succederà.

Fonte: DiLei

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Lui ti ha mollata: ecco cosa non devi fare