I lividi addosso mi ricorderanno il bene che ho dato (e il male che ho subito)

I lividi che abbiamo nel cuore ci ricorderanno sempre il male che ci hanno fatto

Ci sono dei momenti nella vita in cui ci sentiamo sole e abbandonate, tristi per il male che ci hanno fatto. Ci ritroviamo a guardare i lividi nel cuore e le cicatrici dell’anima: quelle ferite ci segnano e non andranno via mai più. Quand’è che abbiamo smesso di chiedere? Perché ci siamo accontentate di dare senza ricevere nulla in cambio? Eppure, l’amore in ogni sua forma è scambio e reciprocità e questo davvero non dovremmo mai dimenticarlo.

E invece l’abbiamo fatto, abbiamo finto che andasse bene così, chiudendo gli occhi e sbattendo contro quel muro ogni parte del nostro cuore che andava in frantumi. Perché poi tutto quello che ci è rimasto sono i lividi che, indelebili, resteranno nella memoria.

Ci accontentiamo di gesti illusori, ma noi siamo donne, non formiche: le briciole non ci appartengono e meritiamo molto di più. Ci confortiamo nella convinzione che tutto sommato va bene così, quando probabilmente stiamo commettendo l’errore più grande della nostra vita. Che si ripete.

Nei rapporti di amicizia, nell’amore, in quelle relazioni dove siamo solo noi a dare, ancora e ancora. Ci creiamo dei lividi che restano sotto la pelle perché continuiamo a dare il nostro amore ricevendo solo delusioni. E l’amore incondizionato certo non può essere controllato da regole o leggi universali, ma è importante sapere che questo sentimento si fonda sulla condivisione, sul dare e l’avere. Se questo aspetto viene a mancare, non può essere amore e non ci renderà felici.

La verità è che la vita ci mette davanti a degli ostacoli, prima di farci arrivare alla vetta. Ed è certo, incontreremo persone che non ci vorranno, che non ci ameranno e che ci deluderanno, ma tutto avrà un senso. Anche i lividi e le cicatrici che portiamo ci aiuteranno a ricordare quelle esperienze e a rinascere da quei fallimenti. In fondo, non è meraviglioso poter ricominciare? E non avremo mai rimorsi, del resto perché dovremmo pentirci di aver aperto il nostro cuore? Sì, forse qualcuno non lo meritava, ma non possiamo recriminarci nulla, siamo state noi stesse e tutto sommato è stato bello provarci.

Arriva il momento però in cui tirare le somme e allontanarsi per sempre da chi quel cuore, piuttosto che proteggerlo come un tesoro, lo ha calpestato. E fa male, è vero, ma la consapevolezza che qualcosa di bello arriverà ci darà la forza per ricominciare ancora. E sarà bellissimo.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

I lividi addosso mi ricorderanno il bene che ho dato (e il male che ho...