La fortuna esiste? La scienza dice di sì, ma attenzione alle sfumature

Tutti pensano che avere un talento sia una questione di fortuna, nessuno pensa che la fortuna possa essere una questione di talento

Quadrifogli e ferri di cavallo, gesti superstiziosi e filastrocche incantate, sin da piccole abbiamo avuto modo di sperimentare il magico potere della superstizione su noi stesse e sugli altri. Crescendo però, e imparando a razionalizzare, abbiamo capito che la fortuna non esiste e quindi abbiamo confinato in un cassetto amuleti, portafortuna e rocce energetiche.

E allora perché, alcune persone sembrano ottenere tutto ciò che desiderano? È capitato a tutti di pensare che alcuni individui sembrano essere sempre nel posto giusto, al momento giusto, mentre gli altri restano circondati da opportunità mancate?

Però lo abbiamo già detto, la fortuna non esiste, o forse sì? Secondo Richard Wiseman, professore dell’Università di Hertfordshire nel Regno Unito, questa esiste e come, ma ha a che fare più con l’atteggiamento di ognuno di noi che con le coincidenze, come se la fortuna fosse una questione di talento e non il contrario.

Secondo Wiseman, con un determinato comportamento, e un’apertura mentale, possiamo portare nella vita la fortuna. Il ricercatore sostiene che, alcune persone, sembrano essere sempre nel posto giusto, perché tendono a ricreare situazioni che massimizzano le loro opportunità. Ad esempio, le persone tenaci e quelle estroverse sono più fortunate perché dialogano con gli altri, si fanno conoscere e hanno sicuramente più possibilità di far conoscere il loro talento.

Al contrario invece, le persone timorose o quelle ansiose avranno meno opportunità di collezionare successi, perché appunto si esporranno poco e se c’è incertezza, la fortuna non arriva.

Le persone fortunate agiscono seguendo le loro intuizioni, quasi il 90% delle persone fortunate ha affermato di essersi affidata all’istinto sia per le scelte personali che per quelle professionali. E facendo due ragionamenti, capiamo bene che l’intuizione non è magia.

Anche avere un atteggiamento ottimista e propositivo è fondamentale, questo ci aiuta a trovare nuove opportunità di successo, ad essere tenaci e a non arrenderci al primo ostacolo. Inoltre, se crediamo fortemente che qualcosa andrà bene, se lo desideriamo con tutte noi stesse, questo accadrà. E se serve un amuleto o un portafortuna per renderci positive, ben vengano.

La verità è che le persone fortunate non sono sempre fortunate, ma affrontano le avversità in modo diverso rispetto a quelle che si definiscono perennemente sfortunate. Se impariamo quindi a non porre limiti ai nostri sogni e a vedere il lato positivo in ogni situazione, niente e nessuno ci fermerà e questa, non è forse una grande fortuna?

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

La fortuna esiste? La scienza dice di sì, ma attenzione alle sfumatur...