Introverse, attente alla “sbronza” da vita sociale

Una festa chiassosa o una cena di lavoro possono mettere a dura prova chi ama la solitudine: una situazione simile all'abuso di alcol, definita come "Introvert hangover"

Se sei una persona introversa ti sarà sicuramente capitato di sentirti stanca e spossata dopo aver partecipato a una festa, o dopo essere stata a contatto per molte ore con numerose persone. E’ una sensazione fisica simile a una sbornia, tanto da essere stata definita “Introvert hangover“, letteralmente “postumi dell’introverso”.

Introvert Radar, sito dedicato alle personalità introverse, definisce così questa sensazione: “Inizia con una reazione fisica all’eccesso di stimoli. Le orecchie potrebbero fischiare, la vista cominciare ad annebbiarsi, il respiro diventare irregolare. Le mani, può darsi, potrebbero sudare. Ti sembra che il tuo cervello si sia spento e abbia costruito barriere intorno a sé, come se prima stessi guidando in una strada aperta e ora ti trovassi in un tunnel stretto. Tutto ciò che vuoi, è stare da sola”.

Questo accade praticamente a tutti gli introversi quando si trovano ad aver esaurito la scorta di energie per le attività sociali. E’ proprio come accade con l’alcol: superata una certa soglia di tolleranza, il fisico non regge più e scatta l’hangover.

I troppi stimoli provenienti dall’esterno, da una festa chiassosa piena di sconosciuti o da una cena di lavoro, provoca negli introversi una sorta di ripiegamento su se stessi. Come racconta Shawna Courter nel blog Introvert Radar, una volta arrivata a questo punto inizi a pensare cose terribili su te stessa, per esempio che sei una persona pessima e che nessuno ti vuole bene.

Come farsi passare l’hangover? Con una sana dose di solitudine. Non vuol dire chiudersi in eremitaggio in una grotta in montagna, ma solo capire quando stiamo raggiungendo la nostra soglia di sopportazione e ritagliarci uno spazio di solitudine tutto nostro. Basterà allontanarsi dalla folla per un attimo, magari andando in bagno o fingendo di parlare al telefono, solo quel tanto che basta per ricaricare le pile e tornare più brillanti che mai.

Introverse, attente alla “sbronza” da vita sociale