Impara ad affrontare il dolore con le tue mani

Il dolore è parte integrante della nostra vita e non possiamo ignorarlo: per questo dobbiamo imparare ad affrontarlo

Il dolore è parte integrante della nostra vita: possiamo non accettarlo, farci travolgere, ma è lì, fa parte del pacchetto e non possiamo ignorarlo. Tra alti e bassi, momenti di gioia folle e felicità inattesa, c’è anche la sofferenza, che ci piaccia o no.

La tristezza può manifestarsi in tanti modi: nelle relazioni che finiscono, nelle amicizie che si consumano, nelle delusioni e negli insuccessi che la vita ci mette davanti. Il dolore può arrivare all’improvviso e investirci, può sconvolgerci e turbarci, ma non dobbiamo mai permettere di farci sopraffare da lui: può riuscire a piegarci, ma non a spezzarci.

Il dolore può essere un grande insegnante: se glielo permettiamo può essere uno strumento in grado di metterci in contatto con gli angoli più bui del nostro animo e può avere la capacità di mutare radicalmente la nostra vita.

Dalla sofferenza possiamo imparare a essere più indulgenti verso noi stesse, ad ascoltarci, a tirare fuori i sentimenti, quelli nascosti, che abbiamo sempre tentato di non fare uscire fuori e non mostrare agli altri. Può insegnarci a prenderci del tempo per guardarci dentro, a renderci conto della nostra forza, di quella determinazione che pensavamo di non avere.

Nel momento in cui glielo concediamo, il dolore ci prende per mano e ci guida verso nuove consapevolezze. Quella di ritagliarsi più tempo per dedicarci alla cura del nostro animo: perché quello che stiamo vivendo oggi, questo dolore così insostenibile e inaccettabile, ogni giorno diventerà più leggero e sopportabile. Non scomparirà mai, ma troverà il giusto spazio nel nostro cuore, per ricordarci sempre quello che abbiamo vissuto. Il dolore del resto va attraversato, non relegato in un angolo.

Le sofferenze che albergano nel nostro animo non vanno semplicemente allontanate, ma guardate da vicino: una volta che riusciremo a farlo, quel dolore che sembrava così incomprensibile, sarà una nuova risorsa. Solo così il nostro cuore sarà pronto ad accogliere la felicità che la vita ci sta riservando. Perché è lì ad attenderci, anche se non la vediamo.

Soren Kierkegaard diceva: “Un uomo può compiere imprese stupefacenti e assimilare una grande quantità di conoscenze, eppure non avere alcuna comprensione di sé. Ma la sofferenza spinge un uomo a guardarsi dentro. Se vi riesce, ecco che là, dentro di lui, comincia il suo apprendimento”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Impara ad affrontare il dolore con le tue mani