I social network spingono le coppie al tradimento?

O addirittura la coppia che scoppia, scoppia anche per colpa dei social?

Ciao Davide, ho scoperto che Luca chatta con una ragazza su Facebook. Lui mi ha assicurato che si tratta di una semplice amicizia virtuale e che non ci vede nulla di male a coltivare delle nuove amicizie ma a me questa cosa infastidisce molto, credo sia l’anticamera di un tradimento vero. Tu cosa ne pensi? Grazie Margherita.

Un sondaggio che ho realizzato qualche tempo fa sul mio canale Instagram in merito proprio alla questione social network e tradimenti, nello specifico “i social network spingono le coppie al tradimento?” ha visto il 72% degli intervistati favorevole a questa ipotesi, mentre i contrari sarebbero il 28%. Il mio punto di vista è che in realtà si può dire che i social network siano un po’ come la mela di Adamo ed Eva e cioè, in pratica, costituiscano l’elemento “tentatore”.

Secondo lo studio di una società di digital pr anglosassone infatti, nel 53% delle coppie che si allontanano c’è lo zampino di facebook e, per questi, nel 41% dei casi, il social può essere un moltiplicatore di situazioni ad alto rischio di tradimento. Quindi si tratta di una percentuale importante. Nello specifico, per il 36%, sarebbe in aumento la diffidenza all’interno della coppia e cioè, una frequentazione persistente dei social network, spingerebbe in generale a fidarsi meno del partner. Il focus non è sulla possibile fonte di tradimento, ma sul fatto che l’uso massiccio, rappresenti in maniera evidente, un’alternativa alla comunicazione carente con il partner, destinata a deteriorarsi sempre di più.

Il social è elemento negativo in quanto comoda via di fuga a portata di smartphone e facile rifugio in una vita secondaria. Diventa in pratica un’alternativa al confronto, che soddisfa le carenze di comunicazione, ci risparmia lo scontro con il problema, ma soprattutto la responsabilità di risolverlo e, dato che siamo animali sociali e abbiamo bisogno di interagire con altre persone, virtualmente sopperisce alle nostre mancanze, insediandosi sempre più stabilmente all’interno della coppia e creando una falla sempre più profonda nella crisi già esistente.

Attenzione però perché viviamo nell’epoca della generazione “tinder”, caratterizzata dal tradimento e da un tipo di relazione che, se da una parte sembra facile e veloce, dall’altra mina le nostra sicurezze.

Deve essere chiaro che i social non potranno mai sostituire la relazione vis à vis con il partner, perché l’amore si farà sempre guardandosi negli occhi e in quel momento non ci sarà tastiera che ci possa salvare o una realtà virtuale in cui un like o un cuoricino bastano a gratificarci.

 

Davide Schioppa
Life&Love Coach

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

I social network spingono le coppie al tradimento?