Gusti e personalità: se ti piacciono le cose amare sei un asociale

Se preferite i gusti amari e aspri siete più inclini a comportamenti asociali e narcisistici. A rivelarlo è un nuovo studio austriaco pubblicato sulla rivista Appetite

Dal caffè amaro al cioccolato extra fondente, dalla birra all’acqua tonica. Non è solo questione di gusti: la preferenza per i sapori amari e forti sembra essere strettamente legata a personalità aggressive e sadiche con tendenza all’asocialità. A dimostrarlo è stata una ricerca condotta da un gruppo di psicologi dell’Università di Innsbruck (Austria), i cui risultati sono stati recentemente pubblicati sulla rivista Appetite.

Il gruppo di esperti, guidati da Tobias Greitemeyer e Christina Sagioglou, ha condotto la ricerca prendendo in esame un campione di 953 persone, di cui 496 uomini e 457 donne con un’età media di 35 anni. Per dimostrare la correlazione tra personalità e preferenze alimentari, i ricercatori hanno sottoposto i partecipanti ad una serie di test psicologici: nella prima fase della ricerca è stata loro fornita una lista di alimenti di diverso sapore (dolce, amaro, salato o aspro) ed è stato loro chiesto di esprimere la propria preferenza per ciascun cibo, con un punteggio che andava da 1 a 6.

Il passo successivo è stato quello di compilare 4 questionari di tipo psicologico, sviluppati in modo da mettere in luce i tratti dominanti della personalità di ciascun partecipante. Il primo questionario valutava il livello di aggressività di ognuno, il secondo invece indagava il grado di narcisismo, il terzo poneva domande per evidenziare i tratti principali del carattere di ogni partecipante e, infine, il quarto quiz indagava il livello di sadismo. Ogni partecipante, infine, ha compilato un ulteriore questionario chiamato Big Five: si tratta di un test psicologico che valuta le cinque grandi dimensioni della personalità: la stabilità emotiva, l’estroversione, la coscienziosità, l’apertura mentale e la gradevolezza.

I risultati emersi dallo studio hanno confermato uno stretto legame tra la preferenza per i sapori amari e la tendenza ad avere un carattere “oscuro”: I partecipanti che ai test psicologici avevano rivelato tratti aggressivi e asociali della personalità,infatti, sono gli stessi che avevano espresso una forte preferenza per bevande e cibi amari ma anche aspri. Allo stesso modo, coloro mostravano una personalità più estroversa e tendente all’empatia, avevano manifestato una minore propensione per i gusti amari, preferendo maggiormente cibi più zuccherini. Secondo gli esperti dell’Università di Innsbruck, pertanto, una possibile spiegazione di questi risultati risiederebbe nel fatto che i cibi amari vengono percepiti come qualcosa di proibito (in effetti molte piante velenose hanno un sapore amaro) e per questo sono preferiti da personalità dai tratti più cupi ed introversi.

Gusti e personalità: se ti piacciono le cose amare sei un asocia...