Dov’eri quando avevo bisogno di te

E mi ricorderò di tutte le volte che avevo bisogno di te. E tu, non c'eri

Odio i ritardatari. E non mi riferisco a quelli che arrivano mezz’ora dopo l’orario prefissato, non mi pesa aspettare ad un appuntamento, perché non so se te lo ricordi, ma sono una ritardataria cronica. Io odio le persone che se ne rendono conto troppo tardi, quelle che feriscono e poi “ho sbagliato, scusami”. Quelle che tornano improvvisamente quando ormai le hai dimenticate.

Io odio te, che mi hai lasciata sola per così tanto tempo senza mai preoccuparti di me, di noi, di tutto quello che siamo stati. E ora dimmi, dov’eri e con chi eri quando avevo bisogno di te? Perché io non ho dimenticato tutte le notte insonni, le ansie e la paura che ho provato quando ho pensato che il cuore stesse per esplodere dal petto. Io ti ho aspettata ogni notte.

Lasciavo il telefono vicino al cuscino in attesa di una tua chiamata, un solo messaggio. Pregavo tutti i giorni per leggere ancora il tuo nome su quel telefono e quel “ho sbagliato, sto tornando da te”. E invece l’unica cosa che mi ha fatto compagnia sono stati i silenzi, i tuoi, interrotti solo dal quieto e frastornante rumore delle lacrime che si infrangevano sul pavimento.

Ho lasciato ogni notte la finestra aperta, sperando che, come nelle favole, tu ti arrampicassi al mio balcone e entrassi improvvisamente in camera mia per dirmi che non te ne saresti andato, mai più.

E poi i giorni sono diventati settimane e le settimane mesi ed è successo qualcosa di strano: ho smesso di sentire il cuore battere.

Vedi, tu non mi hai spezzato semplicemente il cuore, tu l’hai frantumato in mille pezzi, così piccoli che rimetterli insieme è stato impossibile. Tu dov’eri quando io avevo la sensazione di morire? Quando facevo persino fatica a respirare? Quando speravo che l’alba portasse con sé un altro giorno di pioggia, così avrei potuto nascondermi tra le mie lacrime.

Ho implorato il tuo nome. Ogni giorno, tutti i giorni finché poi, con tutta la forza che mi rimaneva, ho deciso che la disperazione non mi apparteneva. E ho provato a ricominciare, piano, smettendo di sognarti, di pensarti e di cercarti.

Non ti ho odiato, mai, fino a questo momento. Perché sei tornato ora, e io non ho più bisogno di te. 

 

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Dov’eri quando avevo bisogno di te